Federica Benincà è stata ospite della puntata di ‘Mattino Cinque' trasmessa mercoledì 22 maggio. L'ex volto di ‘Uomini e Donne' ha fatto parte per due anni dell'agenzia Aicos Management di Eliana Michelazzo. Qualche giorno fa, ha deciso di prendere le distanze. Nel salotto di Federica Panicucci ha svelato ulteriori dettagli sul caso che vede protagonista Pamela Prati che, se confermati, getterebbero un'ombra ancora più inquietante sulla vicenda.

Nella denuncia citato Mark Caltagirone

Federica Benincà ha parlato della presunta aggressione con l'acido subita da Pamela Prati. L'ex corteggiatrice sostiene di aver letto la denuncia. Nei documenti presentati alle autorità, sarebbe stato citato anche Mark Caltagirone, la cui esistenza non è mai stata provata e la cui unica foto, secondo quanto rivelato da Maurizio Sorge a Fanpage.it sarebbe stata messa in circolazione da Pamela Perricciolo:

"Io ho preso visione della denuncia. Si parlava di un'aggressione avvenuta tra sabato notte e domenica, all'01:30 circa. Veniva citato Mark Caltagirone. L'aggressione era stata subita da Pamela Prati. Lei cita Mark Caltagirone perché dice che tutta questa vicenda debilita anche lui. Io l'ho letta, sono quattro pagine di denuncia. Viene citata anche Pamela Perricciolo perché poco prima che avvenisse questo reato, mettiamola così, loro erano insieme".

La presunta identità dei figli adottivi di Pamela Prati

Federica Benincà, poi, ha parlato delle indagini che la polizia starebbe conducendo sull'identità dei presunti figli adottivi di Pamela Prati: "La polizia sta indagando sull'esistenza dei figli. La bambina risulta esistere ed è la figlia di un avvocato di Cagliari (come rivelato da Fanpage.it, ndr). Il bambino sembrerebbe essere, quindi non si ha la certezza, il nipote di una delle due. Questo è quello che riportano i siti".

Ci sarebbero due agenzie Aicos

Federica Benincà, poi, ha svelato di aver ricevuto una telefonata da Pamela Perricciolo. L'ex agente di Pamela Prati (in queste ore la showgirl ha preso le distanze da Perricciolo e Michelazzo), le avrebbe rivelato che Eliana le dovrebbe "un sacco di soldi" ma l'avrebbe lasciata con 36 euro sul conto. Insomma, sembra che anche tra le due indivisibili agenti ci sarebbero delle tensioni:

"Siccome non riuscivo in alcun modo a mettermi in contatto con loro, ho chiamato il loro legale. Ieri mi ha chiamato Pamela Perricciolo e mi ha detto che Eliana Michelazzo l'ha lasciata con 36 euro sul conto. Mi ha detto che ha scoperto che c'erano due Aicos, quindi due agenzie e di una lei non era a conoscenza. Siccome è una lavoratrice con partita IVA, dice di avanzare un sacco di soldi da Eliana. Io ho contattato il loro legale perché c'erano dei bonifici che dovevo avere per un lavoro e che sono stati dati a loro. Le ho contattate mostrando la prova cartacea e dicendo: ‘Voglio i miei soldi'. Hanno negato anche davanti all'evidenza. Ho dato loro del tempo poi mi vedrò costretta a denunciare".

Eliana in lacrime perché il marito fantasma non le dava dei figli

Infine, ha ricordato un aneddoto. Avrebbe visto Eliana Michelazzo in lacrime perché il marito Simone Coppi non riusciva a darle un figlio. Peccato che Simone Coppi non sia mai esistito: "Qui si parla di un bambino che deve fare la chemioterapia usato come scusa per non pagare i fornitori. Io ho visto Eliana che piangeva perché non riusciva ad avere figli dal marito Simone Coppi che non esiste. Non l'ho mai visto. Mi diceva che era un giudice antimafia e viaggiava con la scorta. Eliana ha due telefoni. In uno, nel salvaschermo, c'era la sua foto. Questa vicenda potrebbe rientrare nel teatro dell'assurdo".