La puntata di ‘Live – Non è la D'Urso‘, trasmessa mercoledì 8 maggio, ha concesso ampio spazio al dibattito scatenatosi sul matrimonio (ormai annullato) di Pamela Prati e Marco Caltagirone. Barbara D'Urso ha mostrato agli spettatori la prima foto che ritrae la showgirl in compagnia del presunto imprenditore. Lo scatto, non proprio nitido, immortala un uomo con un cappellino rosso calcato sul capo. In studio si è parlato di una paparazzata ed è stato fatto il nome di Maurizio Sorge. Il noto fotografo dei vip ha contattato Fanpage.it per fare delle precisazioni.

La foto sarebbe stata fornita dall'agente di Pamela Prati

Maurizio Sorge, dopo aver assistito alla puntata di ‘Live – Non è la D'Urso' ha contattato Fanpage.it per fare chiarezza sulla foto che è stata mostrata agli spettatori. Il fotografo ha spiegato che l'immagine mandata in onda non sarebbe frutto di una sua paparazzata. Nega categoricamente che lo scatto sia stato realizzato da lui. Secondo quanto dichiara, sarebbe stata l'agente di Pamela Prati, Pamela Perricciolo, a fargli avere la tanto attesa prima foto del presunto Marco Caltagirone: "Non ho mai detto che la foto fosse mia. Io non ho paparazzato nessuno. La foto me l'hanno data. Me l'ha data Pamela Perricciolo".

È vero che Sorge ha incontrato Pamela Perricciolo

Nel salotto di Barbara D'Urso, Roberto D'Agostino ha accusato Maurizio Sorge di avere organizzato la paparazzata di Marco Caltagirone con la complicità di Pamela Perricciolo. È certo, infatti, che il fotografo e l'agente di Pamela Prati si siano incontrati nei giorni scorsi. A Fanpage.it, Sorge non ha negato l'incontro con la Perricciolo ma ha sottolineato con forza che tra lui e l'agente della showgirl non ci sarebbe stato nessun accordo. Pamela gli avrebbe dato questa foto spontaneamente:

"È vero che ho visto Pamela. La conosco da 15 anni, è un'amica e non devo incontrarla di nascosto. Ma non mi sono messo d'accordo con lei, cercavo solo di capire quello (Marco Caltagirone, ndr) quando arrivava, quando avrei potuto fargli le foto, quando potevo fare il mio lavoro. Cercavo di capire le cose. Lei mi ha mandato questa foto. Ma non mi sono arrogato la proprietà della foto. Non ho fatto io la paparazzata".