L'intervista di Fabio Fazio al presidente francese Emmanuel Macron, in onda domenica 3 marzo a "Che Tempo Che Fa", è uno dei fatti televisivi di maggior rilievo della stagione in corso e si preannuncia come tema di discussione delle prossime ore. Nelle ore che accompagnano al consueto appuntamento domenicale con la trasmissione di Rai1 l'antagonismo politico nei confronti di Fazio si è rinvigorito, in ragione della convinzione che la sua intervista al presidente francese rappresenti il segnale definitivo di una presunta faziosità politica del conduttore.

Senza tenere alcun conto dell'incredibile colpo giornalistico di Fazio, che intervista Macron dopo settimane in cui l'Italia e la Francia hanno seriamente rischiato l'incidente istituzionale, a cavalcare l'ostilità nei confronti del conduttore è stato alcune ore fa il presidente del gruppo parlamentare di Fratelli d'Italia alla Camera dei Deputati, Francesco Lollobrigida:

A quanto ammontano le spese totali del viaggio all’Eliseo per la realizzazione dell’intervista di #Fazio a #Macron? I cittadini hanno il diritto di sapere in che modo vengono utilizzati i soldi del servizio pubblico. @FratellidItaIia è pronto a portare il caso in Vigilanza Rai.

Il tweet di Lollobrigida fa eco a quanto ha scritto nelle stesse ore il capo politico di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, che a sua volta ha aizzato la sua base ponendosi un interrogativo su quali domande porrà Fabio Fazio a Macron (l'intervista è stata già realizzata ore fa all'Eliseo):

Fazio è un problema per l'attuale governo

Dal canto suo Fabio Fazio continua a muoversi da vero battitore libero, noncurante delle contestazioni e gli attacchi che da troppo tempo giungono al suo indirizzo. Paradossalmente il dissenso sta rafforzando il conduttore di "Che Tempo Che Fa". Gli attacchi politici degli ultimi mesi nei suoi confronti da parte delle forza di governo sono stati palesi e diretti. Il vicepremier Di Maio non ha negato di intravedere un problema Fazio in Rai, in relazione alla questione dello stipendio del conduttore, tema sul quale ha fatto leva lo stesso Salvini alcune settimane fa.