Non potevano passare inosservate le parole di Fausto Leali per cui da ore si parlava di lui. Il cantante, entrato in casa solo pochi giorni fa, è finito nel polverone mediatico per una frase su Mussolini di sapore nostalgico.

La precisazione di Alfonso Signorini

Alfonso Signorini ha affrontato il tema nel corso della seconda puntata del Grande Fratello Vip, andata in onda il 18 settembre su Canale 5, chiamando in causo proprio Fausto Leali, ma il tono è stato da subito indulgente, non facendo alcun accenno ad una possibile squalifica: "Dobbiamo fare due precisazioni. La prima riguarda il discorso delle pensioni, perché è impreciso dire che Mussolini abbia introdotto le pensioni, perché è inesatto". Poi ha proseguito:

La seconda è che il mondo della politica dovrebbe restare fuori dal mondo del Grande Fratello.

Quindi è intervenuto Leali: "Probabile che le cose che io abbia detto sono imprecise […] Io sono sentimentale, ma ho fatto una battuta su Mussolini non perché sia di parte, ma perché non so nemmeno cosa voglia dire. Non so neanche perché, quando sei qui, ti dimentichi che ti ascoltano migliaia di persone, ti senti di parlare con un amico". 

 

Cosa ha detto Fausto Leali su Mussolini

Ripreso dalle telecamere della Casa accese 24 ore su 24, il cantante si era lasciato scappare un commento pesante durante una conversazione con gli altri concorrenti. Nel breve video che aveva iniziato a circolare sui social, Fausto Leali parlava di Mussolini affermando: "Ha fatto delle cose per l'umanità, le pensioni. È andato poi con Hitler. Nella storia, Hitler era un fan di Mussolini". In sottofondo si erano sentite anche le voci di gieffini non inquadrati che commentavano: "È vero". Il preambolo sarebbe stato: “Se fai nove cose giuste e una sbagliata, la gente ti ricorderà solo per quella sbagliata, prendiamo in esempio Mussolini…”. Nelle scorse ore, dopo le parole di Leali, noi di Fanpage.it avevamo posto il tema della gravità delle parole di Leali, seppur estrapolate da un contesto, auspicando in una la squalifica di Fausto Leali.