Montano le proteste in rete per la partecipazione di Damiano Er Faina alla prossima edizione di Temptation Island Vip. Il noto youtuber romano è stato raggiunto da numerose critiche in rete. C’è chi addirittura chiede per lui la squalifica in virtù degli insulti espressi ai danni di Barbara D’Urso qualche tempo fa. Er Faina, che si appresta a partecipare al reality show targato Fascino insieme alla fidanzata Sharon Macri, ha replicato alle critiche che gli sono state mosse, rivendicando il diritto di esprimere la sua opinione: “Noto con stupore di chi dice ‘Er Faina in passato ha insultato Barbara d’Urso’ e quindi? Non posso esprimere il mio pensiero su qualcuno? Diteme?”. E a chi lo accusa di avere agito con poca coerenza accettando di partecipare al programma, ha risposto:

Per quanto riguarda gli haters, ma io potevo capire se mi vedevate in un programma della d’Urso! Io lì non ci vado manco se mi puntano una pistola alla testa. Temptation l’ho sempre ammirato come programma, se mai ho criticato i comportamenti di qualche personaggio lì dentro.

Gli insulti a Barbara D’Urso

Le proteste che hanno raggiungo Er Faina fanno riferimento a quanto accadeva tempo fa attraverso i suoi canali sui social. Il noto youtuber romano aveva attaccato la conduttrice Mediaset in più di un’occasione. C’è un video ancora disponibile in rete che lo mostra insultare la D’Urso: “Una volta nella vita hai pensato di andare a fa***?”. È a quei filmati che risponde oggi Er Faina, rivendicando la possibilità di partecipare al reality Mediaset senza che quei video minaccino la sua presenza in tv.

Il precedente con John Vitale all’Isola dei famosi

Sul tema, inoltre, esiste un precedente. John Vitale, protagonista della scorsa edizione dell’Isola dei famosi, era stato rimproverato in diretta tv per un vecchio post scritto su Facebook che conteneva pesanti insulti ai danni della D’Urso. Anche per lui gli spettatori chiesero la squalifica e Vitale fu aspramente rimproverato in diretta tv dalla conduttrice Alessia Marcuzzi. La D’Urso annunciò che avrebbe preso seri provvedimenti in merito a quanto scritto sul suo conto.