18 Febbraio 2019
14:42

Enzo Muscia, l’eroe che ha ispirato “Il mondo sulle spalle”: “Ho rischiato per i miei affetti”

“Io ho rischiato per le persone che amo. Mia moglie, mio figlio e i colleghi”. La storia di Enzo Muscia, domani nella fiction con Beppe Fiorello “Il mondo sulle spalle”, ha appassionato tutti: ha comprato l’azienda che lo aveva licenziato chiudendo i battenti e ha assunto i suoi vecchi colleghi. A “Vieni da me” si racconta: “Dico sempre che senza i miei colleghi non sarei andato da nessuna parte”.

L'azienda per la quale lavorava, l'A-Novo, chiuse improvvisamente i battenti ma Enzo Muscia non si rassegnò. Impegnò il suo patrimonio, richiamò i dipendenti e colleghi assumendo il controllo della sua azienda. È lui l'ospite della puntata odierna di "Vieni da me", il lavoratore-imprenditore lombardo la cui storia sarà messa in scena da Beppe Fiorello per la prossima fiction Rai "Il mondo sulle spalle" . Tornato da proprietario dell'azienda che lo aveva licenziato, Enzo Muscia è diventato un esempio di eroe del mondo del lavoro. Oggi, sono quasi 50 dipendenti e 35 dei quali sono suoi vecchi colleghi: ha avuto un titolo di Cavaliere al merito della Repubblica, ha scritto un libro sulla sua storia e martedì 19 febbraio, la prima serata è tutta per la sua storia.

La favola di Enzo Muscia

È una grande favola, un racconto di una storia tutta italiana. Enzo Muscia, discreto quasi timido, risponde alle domande e alle curiosità di Caterina Balivo. Spiega che dopo aver preso la responsabilità di assumere il controllo dell'azienda, si è reso conto delle grandi responsabilità di un lavoro del genere: "Io ho rischiato per le persone che amo. Mia moglie, mio figlio e i colleghi". 

Dico sempre che senza i miei colleghi non sarei andato da nessuna parte. Ero convinto che diventando "capo" non avrei avuto altri capi al di sopra, ma poi ti rendi conto che il "capo" deve rendere conto a tante persone. Ai clienti, ai fornitori e ai suoi stessi collaboratori.

Era l'inverno del 2013 quando Enzo Muscia riapre l'azienda che, due anni prima, aveva licenziato 320 persone: "Lei è davvero convinto che questa azienda possa ripartire?". Così è andata.

Le parole di Beppe Fiorello

Beppe Fiorello che interpreta il personaggio di Enzo Muscia, ha detto di lui: "Ho cercato di fare il possibile per capire che tipo di lavoro ha fatto Enzo, cosa lo ha spinto a rischiare il tutto per tutto. È una storia di non rassegnazione". Beppe Fiorello è anche intervenuto con un videomessaggio dedicato a "Vieni da me": "Saluto Enzo e lui sa benissimo quanto ci tenevo a raccontare questa storia". 

La biografia di Enzo Muscia

Imprenditore lombardo e appassionato di elettronica, Enzo Muscia ha iniziato a muovere i primi passi professionali con "Electrolux" per poi passare con "FIMI-Philips". Nel 2000, entra nel reparto tecnico della società francese A-novo. Nel 2011, la società decide di chiudere la filiale italiana, licenziando tutti i dipendenti. In qualità di responsabile vendite, Enzo Muscia gestisce per un anno il fitto di ramo d'azienda in accordo con il curatore fallimentare e, nel momento in cui non si fanno avanti compratori, decide di rilevare l'azienda, oggi rinominata A Novo Srl. L'azienda eroga servizi di assistenza post vendita di apparecchiature elettroniche.

La storia di Enzo Muscia: l'imprenditore eroe diventa una fiction Rai con Beppe Fiorello
La storia di Enzo Muscia: l'imprenditore eroe diventa una fiction Rai con Beppe Fiorello
646 di Videonews
'Il mondo sulle spalle', Enzo Muscia:
'Il mondo sulle spalle', Enzo Muscia: "Bisogna cogliere l'aspetto positivo in ogni disgrazia"
Il mondo sulle spalle, la storia di Enzo Muscia:
Il mondo sulle spalle, la storia di Enzo Muscia: "Ho rilevato l'azienda che mi aveva licenziato"
1.144.472 di Giampaolo Mannu
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni