In una diretta Instagram realizzata da Chi, Enzo Miccio ha commentato l'esperienza vissuta nel reality Pechino Express 2020. Come gli spettatori sapranno, ad aggiudicarsi la vittoria sono state le collegiali Nicole Rossi e Jennifer Poni. Miccio e Carolina Gianuzzi, ossia i wedding planner, si sono classificati secondi. Ecco cosa ha provato il quarantottenne quando ha scoperto di non aver vinto.

Come viene registrata la finale di Pechino Express

Enzo Miccio ha spiegato che nessuno dei finalisti di Pechino Express sa chi abbia vinto prima che la puntata vada in onda. Le coppie in gara che sono riuscite a giungere all'ultima tappa, infatti, hanno registrato due reazioni diverse: una da usare in caso di vittoria e una in caso di sconfitta. Dunque, il wedding planner ha scoperto di essere arrivato secondo mentre guardava la finale sul divano di casa:

"Noi non sappiamo chi ha vinto. Noi concorrenti della finale, giriamo due finali, una in cui perdiamo e una in cui vinciamo. Loro non ti dicono se hai vinto fino all'ultimo minuto. Io l'ho appreso in televisione. Nessuno sa niente. Io l'ho appreso l'altra sera, mentre ero da solo in casa. Ero disperato. Non avevo nemmeno qualcuno con cui sfogarmi. Poi abbiamo fatto una diretta su Instagram per sfogarci un po', comunque siamo super felici di quello che è successo".

Ci è rimasto male ma è felice del suo percorso

Enzo Miccio non ha nascosto di esserci rimasto male vedendosi sfuggire dalle mani la vittoria. Nonostante la comprensibile delusione, è contento del percorso fatto con la sua compagna di viaggio Carolina Gianuzzi: "Un po' ci resti male, è inutile nascondersi dietro un dito, però siamo comunque super felici". Ha ricordato, poi, la grande intesa nata con i Gladiatori Max Giusti e Marco Mazzocchi. A un certo punto, tuttavia, è stato proprio lui a puntare il dito contro quella coppia, causandone l'eliminazione. Miccio ha spiegato perché ha dovuto farlo:

"Il podio è per una sola coppia […] Al nostro posto avrebbero fatto la stessa cosa perché arrivati alla semifinale vogliono vincere tutti. Se ho un obiettivo vado dritto. Con le mie forze, senza fare sgambetti a nessuno, ma amici dopo, solo una volta finita la gara".