Enrico Mentana ha aperto il telegiornale delle ore 20:00, replicando alle parole di Matteo Salvini. Il Vicepresidente del Consiglio e Ministro dell'Interno si è detto convinto che il Tg1, il Tg5 e il Tg La7 parlino solo di "fesserie" ed evitino i temi che lui affronta nel corso dei suoi comizi. Tali parole sono state pronunciate durante un comizio a Legnago.

Enrico Mentana e il messaggio per Matteo Salvini

Enrico Mentana non ci sta. In apertura del telegiornale da lui condotto, ha raccontato l'accaduto agli spettatori. Poi ha spiegato al Ministro dell'Interno che la sua critica non lo intimorisce affatto: "Questa sera Salvini, tanto per cambiare, ha scelto un nuovo obiettivo. Non più conduttori televisivi o scrittori o altro che non gli piace ma direttamente i telegiornali. Segno che in questo momento lui o chi gli indica gli obiettivi comunicativi, ritiene faccia gioco prendersela con i telegiornali. A noi francamente, con tutto il rispetto per il Ministro dell'Interno, fa un baffo una critica come questa. Durante un suo comizio a Legnago, cito testualmente, ha detto: ‘Vi sfido, fate un esperimento, andate a guardare stasera i telegiornali, Tg1, Tg5 o La7, non affronteranno nessuno degli argomenti dei quali stiamo parlando qui in piazza, ma parleranno solo di fesserie di cui non importa nulla a nessuno'".

Rivendica il diritto di criticare e attaccare Salvini

Enrico Mentana si è chiesto ironicamente se debba parlare di Vinci Salvini, il concorso che mette in palio vari premi tra cui una telefonata con il Ministro dell'Interno. Il giornalista quindi ha concluso chiarendo che, come già fatto negli anni passati, continuerà a non permettere a chi governa di offendere l'informazione:

“Forse dovremmo parlare del concorso Vinci Salvini che ieri è stato lanciato sui social dallo stesso Ministro dell'Interno o forse, più seriamente, dei famosi centinaia di migliaia di rimpatri che un anno fa erano stati promessi in campagna elettorale, e che non ci sono stati affatto. Ma sicuramente ne avrà parlato nel suo comizio. Col sorriso sulla labbra, ricordiamo a Salvini che abbiamo avuto modo di attaccare e criticare, per queste scelte inconsulte di offesa all’informazione, chi ha governato prima di lui, con più titolo e più a lungo. Queste cose non fanno paura e non modificano il nostro modo di lavorare che sarà sempre sine ira et studio".

"I tg parlano solo di fesserie", Salvini dixit

A post shared by Enrico Mentana (@enricomentana) on