2.753 CONDIVISIONI
4 Marzo 2021
17:30

Elodie conquista Sanremo 2021: è nata una stella

L’artista romana è stata la protagonista indiscussa della seconda serata del Festival con la sua voce, ma anche con fascino, eleganza e presenza scenica da vera diva.
Immagine
A cura di Ciaopeople Studios
2.753 CONDIVISIONI

Una stella forse era già nata, ma il palco di Sanremo l’ha consacrata. La seconda serata del Festival è stata dominata dalla presenza magnetica di Elodie che ha fatto breccia con la sua innegabile bellezza accompagnato da un convincente mix di talento, empatia, sincerità ed energia.

Tutti abbiamo diritto a una possibilità

Il momento più emozionante della seconda serata dell’Artiston è certamente il monologo della giovane artista romana. Fasciata in uno splendido abito di Giambattista Valli, Elodie racconta di sé, delle sue origini, di come sia difficile per chi arriva da una borgata, onesta ma crudele, coltivare un sogno, un’ambizione. “Se nasci in certi contesti devi lavorare più degli altri per ottenere quello che già dovresti avere”, dice, e non nasconde che lei stessa stava per mollare. “A vent’anni pensavo che per me la musica fosse finita”. Ma poi l’incontro “fortunatissimo” con un musicista jazz che le ha dato coraggio e fiducia: Mauro Tre è con lei sul palco, insieme agli altri componenti della sua prima band, Stefano Rielli e Marco Girardo, e l’emozione si esprime in un’appassionata esecuzione di “Mai così” di Mina.

Chi è Elodie

Nata nel 1990 nella borgata romana di Quartaccio da padre italiano e madre originaria della Guadalupa, Elodie lascia il liceo al quinto anno e si dedica alla musica. Eliminata nelle fasi iniziali di X Factor 2009, conquista il secondo posto nel 2015 nel talent show Amici di Maria De Filippi. Si fa notare con la partecipazione al Festival di Sanremo nel 2017 e nel 2020.

Un’allure degna di Beyoncé

Elodie ha catalizzato l’attenzione anche con un medley di grandi successi internazionali in cui ha rivisitato brani di generi e artisti diversi, da Madonna a Loredana Bertè, da Gianna Nannini a Mahmood. Un’esibizione energica e coinvolgente che ha messo in luce le sue doti di artista a tutto tondo e ha omaggiato artiste top dello show business come Beyoncé o Jennifer Lopez. Un talento davvero multiforme, quello di Elodie, che ha fatto pensare ai più che l’artista avrebbe potuto avere un ruolo ancora più rilevante nel contesto del Festival. Di certo la sua performance non ha lasciato indifferente il pubblico, che ha commentato positivamente sui social.

Perché Sanremo è Sanremo…

Poteva mancare un duetto? Sulle note di “Vattene Amore”, brano che valse il terzo posto nel 1990 a Mietta e Amedeo Minghi, Elodie ha cantato con Fiorello, introdotta da un messaggio vocale del fidanzato, Marracash, e con un paio di battute rap di Fiorello sul finale.

Questo è un contenuto pubblicitario a cura di Ciaopeople Studios, realizzato in linea con le necessità del brand
2.753 CONDIVISIONI
Sanremo, provocazione in salsa punk rock
Sanremo, provocazione in salsa punk rock
Niente “Ama Ter”, Amadeus saluta il Festival
Niente “Ama Ter”, Amadeus saluta il Festival
Dall’Ariston un solo grido: il teatro c’è!
Dall’Ariston un solo grido: il teatro c’è!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni