Non si placano in rete le polemiche legate alla vittoria di Edson D’Alessandro a “Tu si que vales”. L’aspirante cantante ha portato a casa il montepremi finale contro artisti che avevano proposto esibizioni spettacolari, come quella dei Rialcris, fratelli messicani che hanno dedicato la loro vita all’allenamento, necessario a produrre un numero acrobatico come quello che hanno portato sul palco del programma.

Alla fine è stato Edson a trionfare, cantante giovanissimo che aveva avuto accesso alla finale fin dalla prima puntata. Il pubblico in rete ritiene che a trionfare non sia stato il talento di Edson, ma la sua storia difficile di ragazzo abbandonato e poi adottato. “Chiamate il programma ‘Tu si que hai avuto disgrazie’, sarebbe più corretto” scrivono furiosi sui social quelli che non hanno apprezzato il finale della trasmissione.

La storia di Edson D’Alessandro

Edson è stato il “caso umano” di questa edizione del programma. Brasiliano, ha raccontato balbettando sul palco di essere stato abbandonato dai suoi genitori quando aveva 4 anni. Adottato da una coppia italiana, ha lasciato il suo paese d’origine e si è trasferito in Campania dove vive ancora oggi. La sua storia e le contraddizioni nel suo racconto avevano già spinto il pubblico a pensare che ci fosse qualcosa di poco chiaro, quasi come se le sue disgrazie fossero state ingigantite ad arte per fare presa sul pubblico. Quell’affetto si è tradotto nella vittoria finale, soffiata di un solo punto percentuale al mago Umberto, il preferito di Rudy Zerbi. È stato il televoto a determinare il suo trionfo finale, e la vittoria generale delle buone intenzioni con Edson che, prima di vincere, ha promesso che devolverà parte del premio in beneficenza.

Ci si chiede adesso se al giovane sarà concessa davvero un’opportunità di fare carriera nel mondo della musica, o se la sua vittoria abbia rappresentato un caso isolato. Lui, intanto, ringrazia i suoi fan sui social per l’affetto dimostratogli e non presta ascolto alle polemiche – numerose – che la sua vittoria ha generato.