Ogni volta che tocca parlare di Corrado Guzzanti, dei suoi ritorni in tv (siano benedetti) e delle sue manifestazioni sempre strepitose (sempre!), si avverte quel senso di costrizione a stare stretti nella morsa, per evitare il panegirico da una parte, ma anche tenersi ben lontani dal non inserire una nota di merito necessaria. La cronaca: Corrado Guzzanti torna in televisione, con una serie televisiva dal titolo Dov'è Mario? a tre anni dall'ultimo lavoro televisivo Aniene. La serie tv, quattro episodi in onda con cadenza settimanale a partire dal 25 maggio, in onda su Sky Atlantic alle 21.10 (il primo episodio anche su Tv8).

Prodotta dalla Wildside di Lorenzo Mieli e Mario Gianani, scritta dallo stesso Guzzanti con Mattia Torre (in quota Boris) e diretta da Edoardo Gabbriellini, Dov'è Mario? è annunciata come una serie anomala, differente da tutto ciò che abbiamo visto fino ad oggi, un incrocio sitcom e fiction, satira e tensione. Alla conferenza stampa di presentazione Guzzanti ha presentato Mario Bambea, intellettuale progressisra italiano e il suo alter ego, Bizio, comico del sottobosco artistico. Sono la stessa persona, ma dopo un incidente stradale Bambea, autore di testi come La salamandra e la formaggia, si trincera dietro il personaggio dalla discutibile verve comica senza lasciar intendere se si tratti dell'effetto dell'incidente o se quest'ultimo sia il pretesto per dare sfogo ad una propensione che Bambea fa emergere. Guzzanti con la stampa va a ruota libera, gli si chiede dei suoi sketch profetici:

Le mie previsioni di Padre Pizarro erano più imbarazzanti che gratificanti! Ho anticipato i supereroi. È una questione statistica. Scrivo talmente tante boiate che alcune si realizzano! Bisognerebbe fare un Aniene 3.

Parlando del suo personaggio sdoppiato Guzzanti ammette: "Non si capisce bene chi è dr. Jekyll e chi Mr. Hide, non sai bene per chi tifare. Non si capisce con certezza chi dei due sia il mostro e chi il buono, ma vengono tutti e due da ambienti mostruosi". Quella di Bambea è la vicenda di una guida intellettuale del paese ora in decadenza:

Ci piaceva raccontare un personaggio autorevole, guida morale del Paese, ora chiuso nel suo solipsismo. In questo momento sono un po’ fuori gioco, ridotti ad essere personaggi televisivi, divorati dai talk show, a volte sembrano le caricature di se stessi. Nell'era Renzi gli intellettuali stanno zitti, non sanno che dire, forse sono stanchi e vorrebbero partecipare alla giuria di X Factor

Mentana, Travaglio, Floris, Veltroni e tanti altri, sono i nomi che parteciperanno per un cameo nella serie, da cui Sky si aspetta molto. Sperando che ce ne sia una prossima e un'altra ancora, che quella mente folle e geniali di Guzzanti non corra mai il rischio sovrapproduzione, al punto da andare fuori giri.