La serie tv Doc – Nelle tue mani saluta il pubblico di Rai1. La fiction con Luca Argentero ispirata alla vera storia di Pierdante Piccioni riprenderà in autunno con le quattro puntate che segneranno il finale della prima stagione. Al momento, infatti, non è stato possibile trasmetterle perché le riprese sono state interrotte a causa dell'emergenza Coronavirus. Fanpage.it, tuttavia, è in grado di dare delle anticipazioni su quanto accadrà nei nuovi episodi.

Anticipazioni dei nuovi episodi in onda in autunno

Jan Maria Michelini ha rilasciato una lunga intervista a Fanpage.it nella quale ha svelato tutti i retroscena di Doc – Nelle tue mani. Il regista della serie tv record di ascolti ha dato anche qualche anticipazione su cosa accadrà nelle quattro nuove puntate (otto episodi) che andranno in onda in autunno su Rai1:

"Cosa posso dire senza fare danni… Sicuramente ci sarà una grande evoluzione nel rapporto tra Fanti, la moglie e Giulia. Ci saranno scintille in questo triangolo amoroso. Da una parte la forza del matrimonio, dall'altra questo amore che lui ha dimenticato. Ci saranno delle evoluzioni fortissime. Inoltre, verranno raccontate le storie dei personaggi che ancora non sono state svelate. Gli spettatori scopriranno la vita privata di Lorenzo Lazzarini (Gianmarco Saurino). Verrà dato spazio ad Elisa (Simona Tabasco), anche lei ha una storia incredibile. Scopriranno perché è così dura, cosa le frulla nella testa e cos'ha nel cuore. Agnese (Sara Lazzaro) avrà un grande risvolto verso la fine della stagione. Poi, i protagonisti si troveranno ad affrontare una grande crisi medica che è ispirata a una famosa tragedia italiana. Continuerà anche tutta la linea del giallo. Marco Sardoni (Raffaele Esposito) spera che Andrea Fanti non ricordi mai quello che è  successo e a un certo punto, accadrà il peggio del peggio. Verrà tirato in ballo anche Andrea su questa cosa. Scintille. La seconda parte della stagione è ricca quanto la prima".

Le riprese potrebbero riprendere a giugno

Jan Maria Michelini ha dichiarato a Fanpage.it che spera che si possa tornare sul set a giugno. Resta solo una settimana di lavoro sul set ma mancano delle scene importantissime e che riguardano tutte le restanti puntate. Il regista ha spiegato che l'Associazione delle Case di Produzione, CPA, ha fatto avere loro un protocollo provvisorio sui comportamenti da seguire sul set quando il lockdown sarà allentato:

"Saremo vestiti quasi da sala operatoria. Poi ci sarà il dottore sul set e verrà presa la temperatura. Inoltre, se per allora saranno disponibili, probabilmente verranno fatti dei test sierologici e poi mascherine, occhiali, cuffia, distanze da rispettare, il divieto di entrare al personale esterno, cestini chiusi e disinfettati per i pasti. Insomma, non sarà piacevolissimo".