Update 13.25 –   In merito a indiscrezioni di stampa la Rai precisa che il compenso del direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo 2019, Claudio Baglioni, è pari a 585.000 €, identico a quello dello scorso anno senza alcuna variazione. La Rai ribadisce che i costi complessivi della 69 edizione sono in linea con quelli precedenti. Più in generale l'azienda rende noto che gli uffici dell'AD Fabrizio Salini stanno ultimando un piano di razionalizzazione e di contenimento dei cachet per conduttori e talent.

Manca meno di un mese al Festival di Sanremo 2019 e, come sappiamo bene, saranno tanti i temi da snocciolare prima che i riflettori lasceranno spazio a musica e spettacolo. Il tema più caldo, come è noto, è quello dei cachet. I compensi del Festival ogni anno vengono analizzati ai raggi x, anticipati e confrontati con quelli degli anni precedenti, salvo poi essere smentiti o confermati nelle roventi conferenze stampa pre e post spettacolo. Dopo le indiscrezioni di Radio105, questa volta è il Corriere della Sera a fornire nuovi interessanti spifferi di corridoio.

Claudio Baglioni guadagnerà 700mila euro

Secondo quanto riportato dal CorSera, in un pezzo firmato da Renato Franco, per Claudio Baglioni sarebbe pronto un contratto da 700mila euro. "Sono numeri in linea con il mercato televisivo" scrive il Corriere, rinfrancati dal fatto che un anno fa il Festival è stato un successo assoluto. Ecco spiegato perché Claudio Baglioni si vede ritoccato l'ingaggio da 600mila a 700mila: un aumento di 100mila euro. Si ritroverà quindi a guadagnare in una singola stagione più dei chiacchierati cachet del passato: Carlo Conti, conduttore del triennio precedente, incassò 650mila euro a stagione (100mila euro in beneficenza), Fabio Fazio per ognuna delle due edizioni guadagnò 600mila euro.

Claudio Bisio e Virginia Raffaele al ribasso

La partita adesso sarebbe tutta sulle spalle di Claudio Baglioni. Stando ai rumors, Claudio Bisio e Virginia Raffaele guadagneranno meno di quanto hanno guadagnato un anno fa i soprendenti Pierfrancesco Favino (400mila) e Michelle Hunziker (300mila). Per il comico nato a Novi Ligure, sarebbe già stato firmato un precontratto da 450mila euro, per l'imitatrice romana, 350mila euro. Ma il precontratto può arrivare a cifre differenti nella stesura finale e pare sia questa la direzione che vuole prendere la Rai, portando a 250mila euro il contratto di Claudio Bisio e a 150mila euro il contratto di Virginia Raffaele.

Il timore delle critiche populiste

Il Festival di Sanremo è in attivo. Un anno fa, la raccolta pubblicitaria è arrivata a 25 milioni di euro, le uscite a 16: un saldo positivo di 9 milioni di euro. Ciononostante, in Rai hanno paura del "vento del cambiamento", hanno paura delle reazioni populiste che possano rovinare il bello spettacolo. È per questo che, nonostante sia tutto in verde, si sta cercando di tirare sul prezzo, soprattutto dei due volti nuovi.