Il Cantante mascherato è la grande novità del 2020 su Rai1, in prima serata ogni venerdì alle 21.15 a partire dal 10 gennaio 2020, per quattro puntate. A condurre è Milly Carlucci: prima edizione italiana, ispirata al format The Masked Singer, il programma è nato in Corea del Sud e va in onda anche come Germania, Francia, Australia, Messico e Olanda e presto anche Inghilterra e Spagna.

Sono otto i concorrenti, tutti celati un costume integrale che rappresenta un personaggio. Le maschere sono le seguenti: il Mastino, il Leone, il Coniglio, il Mostro, l’Angelo, l’Unicorno, il Barboncino e il Pavone. Sappiamo che si tratta di personaggi famosi della musica o della tv italiana, ma l'identità resta segreta sino allo svelamento: in ogni puntata, il concorrente eliminato perché ha il punteggio più basso è costretto a togliersi la maschera.

Chi è il Pavone dopo la prima puntata

I giurati de Il Cantante mascherato hanno votato l'esibizione del Pavone e avanzato questi nomi per la sua identità: Alexia, Ivan Cattaneo, Serena Autieri, Rossella Brescia e Heather Parisi. Il pubblico a casa, riversatosi sui social per commentare la prima puntata, si è espresso con due nomi principali, ovvero Donatella Rettore ed Emanuela Aureli.

Chi è il Pavone dopo la seconda puntata

Nella seconda puntata de ‘Il cantante mascherato', il Pavone ha cantato ‘La favola mia' di Renato Zero. Per Patty Pravo è Serena Autieri. Secondo Guillermo Mariotto, è Fiordaliso. Per Francesco Facchinetti è Donatella Rettore, mentre per Ilenia Pastorelli è Annalisa.

Gli indizi forniti dal Pavone

La scheda di presentazione della maschera del Pavone ha aperto la prima puntata de Il Cantante mascherato di venerdì 10 gennaio 2020. L'animale ‘piumeggiante' e fiero, con uno degli abiti più belli dell'intero parterre bestiale, si è presentato con queste frasi, che hanno fornito una serie di indizi in più ai giurati e al pubblico a casa:

Ho scelto di essere Pavone perché con questo costume addosso voglio essere una persona diversa. Secondo me il Pavone ha una sicurezza interiore che niente e nessuno può scalfire. Per come la vedo io, il Pavone non si preoccupa del tempo che scorre, perché sta benissimo così, nei suoi piumaggi trendy e sono tutti ai suoi ordini. Tutto il giorno ad ammirarsi, a compiacersi della propria bellezza, beh io sono l’esatto opposto della maschera che indosso, nella vita non ho mai potuto pavoneggiarmi, anche se mi sarebbe piaciuto molto, lo confesso. Per una volta, essere pavone mi permetterà di avere il mondo ai miei piedi. Grazie a questa maschera ho finalmente la mia grande occasione.

Nella seconda puntata, ha aggiunto altre informazioni: "Faccio fatica a calarmi in questi panni. Quando indosso questa maschera però ho più sicurezza. La vivo come un'opportunità. Il Pavone è ciò che io ho paura di essere. Se mi comportassi come il pavone, avrei paura di non piacere. Il mio è un pavone metà forte e metà fragile".

I primi indizi sull'identità del Pavone

Durante la presentazione de Il cantante mascherato, Milly Carlucci ha svelato alcuni indizi sul Pavone: “Concorrente più glamour di tutti. Vanitoso per antonomasia. Non è detto che lo sia anche l’artista che indossa la sua maschera”. A Tv Sorrisi e Canzoni, il personaggio che si cela dietro il Pavone ha spiegato: "La maschera me la sono scelta. È tutto quello che mi sono scelta. Se mi riconosco? No, per questo mi piace".

Gli indizi generali forniti in partenza

Tra gli indizi rivelati sui concorrenti ci sono delle informazioni comuni a tutti gli 8 vip in gara. Tutti, infatti, hanno in comune queste sette caratteristiche:

hanno partecipato a 46 edizioni del Festival di Sanremo e vinte 5
hanno pubblicato 107 album
hanno venduto 250 milioni di dischi
hanno condotto 70 programmi tv
hanno trascorso milioni di ore in tv
hanno cantato in tutto il mondo grazie a moltissimi concerti

Nessun indizio ulteriore nel backstage

Mantenere il segreto sulle identità degli 8 concorrenti in gara è la principale prerogativa della produzione: è per questo che sono state adottate diverse precauzioni per non rivelare chi sono i concorrenti che si celano dietro le maschere. Tra queste, l'impossibilità di parlare con gli altri concorrenti e l'obbligo di un dress code alquanto bizzarro: un casco integrale nero, con un mantello dello stesso colore e un abito su cui c'è scritto "non parlarmi".

Come si vota

Lo show prevede due modalità di voto, da parte della giuria e del pubblico da casa. I 5 giudici (Flavio Insinna, Patty Pravo, Ilenia Pastorelli, Guillermo Mariotto e Francesco Facchinetti) giudicheranno la performance dei concorrenti in gara, ma soprattutto dovranno scoprire chi si cela dietro le 8 maschere. Anche il pubblico da casa avrà lo stesso compito.