Con la puntata 350 di Vieni da Me si chiude l'esperienza di Caterina Balivo nel pomeriggio di Rai1. La conduttrice ha confermato le indiscrezioni delle scorse ore con un discorso di addio ad inizio programma, durante il quale ha tenuto a fatica la commozione: "Oggi per me è l'ultima puntata – ha detto Caterina Balivo – pensate sono trascorsi 15 anni da quando vi dico buon pomeriggio e ogni volta sono riuscita con meravigliosi compagni di viaggio a portare la nave in porto. Ripenso a Festa Italiana, Pomeriggio sul due, Detto Fatto e Vieni da Me e in particolar modo il successo di questi ultimi due anni mi ha davvero ripagata di tanti sacrifici familiari e professionali fatti". Poi, senza scendere nei dettagli ha spiegato le ragioni del suo addio al programma, per dedicarsi di più alla famiglia:

Ma per navigare l'oceani, diceva Colombo, bisogna avere il coraggio di perdere di vista la riva. Questi momenti così difficili per noi mi hanno insegnato a dare il giusto valore alle cose e trovare il coraggio di lasciare questo porto meraviglioso e prestigioso, sicuro, che anche io ho aiutato a costruire. È arrivato il tempo di fare nuove esperienze per entrare sempre di più e meglio nelle vostre case.

Quindi il saluto ai telespettatori prima di aprire la puntata: "Mi mancherete tantissimo e sono sicura di una cosa: noi non ci perderemo di vista". 

Il futuro del programma

Non è chiaro se l'addio di Caterina Balivo corrisponda alla chiusura di Vieni da me, o se il programma continuerà ad andare in onda con una nuova conduzione (si ipotizza l'arrivo di Francesca Fialdini nel primo pomeriggio di Rai1). Di certo il futuro del programma e della fascia post prandiale della prima rete verrà svelato il 1 luglio, quando la Rai presenterà i palinsesti per la prossima stagione.

Cosa farà Caterina Balivo dopo Vieni da me?

Quanto al futuro di Caterina Balivo, il suo addio criptico in nome di maggiore spazio da dedicare alla famiglia non lascia intendere se la rete le abbia riservato piani differenti, magari un cambio di fascia e un passaggio alla prima serata, o se lei si avvii a un anno sabbatico di riflessione.