Bridgerton è tra le serie più apprezzate degli ultimi mesi ed è un titolo che, visti i numeri astronomici registrati, segnerà la storia di Netflix per molto tempo. Un successo che ha reso scontata la seconda stagione, confermata dalla piattaforma poche settimane dopo la release, il cui cast si arricchirà della presenza di Simone Ashley come protagonista femminile. Sarà lei a vestire i panni di Kate Sharma (Sheffield, nei romanzi cui la serie è ispirata), donna intelligente e indipendente, per la quale Anthony Bridgerton (interpretato da Jonathan Bailey) prova grande interesse. Per gli appassionati di serie Tv Ashley è un volto già noto, soprattutto per aver fatto parte del cast di un altro prodotto di grande successo di questi ultimi anni, Sex Education.

La conferma della seconda stagione

Sono bastate pochissime settimane a Bridgerton per trasformarsi in un fenomeno molto apprezzato da un pubblico di età variegata. Un po' Orgoglio e Pregiudizio, un po' Gossip Girl, la serie ambientata nell'Ottocento britannico, dopo aver svelato tutte le sue carte, inclusa l'identità di Lady Whistledown, tornerà presto per una seconda stagione, che non sarà disponibile prima del dicembre 2021. L'annuncio ufficiale di Netflix è stato dato proprio attraverso una lettera di Lady Whistledown.

La serie è ispirata a una saga di 8 romanzi

Una serie in costume amata da tutti, che probabilmente tornerà presto per una seconda stagione. Partendo dal fatto che la serie tv è ispirata alla saga letteraria romantica di Julia Quinn, composta da otto romanzi in tutto, è probabile che il rinnovo per una seconda stagione sia una cosa abbastanza scontata. La prima stagione è tratta dal primo romanzo dal titolo "Il Duca e io", restano ancora altri sette titoli: "Il visconte che mi amava", "La proposta di un gentiluomo", "Un uomo da conquistare", "A Sir Philip con amore", "Amare un libertino", "Tutto in un bacio" e "Il vero amore esiste".