Black Mirror: Bandersnatch è destinato a restare, ancora per qualche giorno, tra gli argomenti più dibattuti del momento. La febbre ispirata dal nuovo film Netflix continua a salire e a produrre sempre maggiori adepti. Lo dimostra quanto sta accadendo sui social in queste ore. Centinaia di utenti si sono divertiti a mappare tutte le combinazioni possibili date dalle scelte interattive promosse dall’utente finale. Esisterebbero un trilione di possibilità, oltre a 5 finali. A confermarlo è stato lo staff a Variety.

Come si articolano le svolte narrative possibili

Considerato il numero totale di ore di filmato montato (312 minuti complessivi) e i 5 finali possibili, appare difficile immaginare che le possibilità a disposizione siano addirittura un trilione. Va chiarito, però, che alcune delle scelte effettuate non hanno un impatto decisivo sullo sviluppo della storia. Esistono svolte non fondamentali, considerate come un “regalo allo spettatore”, come quella che avviene nei primi minuti con la scelta del tipo di cereali da mangiare. Il tempo di visione minimo è di 40 minuti, ma si protrae in media fino a 90. La struttura del film-videogame fa in modo che lo spettatore non incappi in un loop narrativo. Se dovesse accadere, le scelte interattive consentono all’utente di tornare in carreggiata o, addirittura, sui propri passi modificando una scelta precedentemente digitalizzata.

Che cos’è Black Mirror: Bandersnatch

Black Mirror: Bandersnatch è il primo film interattivo mai reso disponibile da Netflix. Al centro di tutto c’è lo spettatore, che ha la possibilità di interagire con la struttura stessa del film attraverso una serie di scelte che porteranno la storia a svilupparsi nell’uno o nell’altro senso. Il prodotto offerto dalla celebre piattaforma on demand non è disponibile su tutti i tipi di televisori. Alcune smart tv, ad esempio, non ne supportano la visione. Non è possibile, inoltre, vedere Black Mirror: Bandersnatch via Google Chrome o Apple TV.