Barbara d'Urso in ospedale, e "La dottoressa Giò" non c'entra, se non in parte. O meglio, stavolta non si tratta di ferite e sangue finto, perché la 61enne conduttrice è finita al pronto soccorso proprio nell'ultimo giorno di riprese della nuova stagione della fiction, rivitalizzata da Canale 5 dopo anni di lontananza dal piccolo schermo. A darne notizia è proprio la D'Urso, attraverso la sua pagina Instagram , pubblicando un referto medico in cui è indicata l'entità del problema, documento rilasciato dal Policlinico Casilino di Roma, la struttura presso la quale la presentatrice di Pomeriggio Cinque, Domenica Live e Grande Fratello è stata trasportata.

“È comunque il mio ultimo giorno di set è iniziato così… in un vero pronto soccorso!”

Barbara d'Urso in ospedale, incidente sul set per la conduttrice?

Questo si legge nella storia Instagram in cui viene mostrato il referto medico. Stando a quanto si apprende dal documento, la conduttrice ha dovuto sottoporsi ad un elettrocardiogramma, dal quale non è fortunatamente emerso nulla di grave. La diagnosi è un trauma emicostato sinistro, dunque, in tutta probabilità, il frutto di un lieve incidente sul set, una botta intercostale che avrebbe potuto provocare un forte dolore improvviso. Oltre alla pubblicazione del documento la D'Urso non ha fornito altri elementi aggiuntivi rispetto alle dinamiche dell'incidente e a eventuali conseguenze del piccolo trauma subito. Si deduce dunque che non abbia riportato gravi infortuni o impedimenti di un particolare tipo.

Niente vacanze per la D'Urso, un'estate sul set de "La dottoressa Giò"

Nemmeno un attimo di riposo per Barbara d'Urso, tra le stacanoviste della tv per eccellenza. Sei giorni su sette in onda e un'estate, quella che volge al termine, interamente dedicata alla nuova stagione della fiction che aveva avuto un importante successo di pubblico anni fa. A "Tv Sorrisi e Canzoni" aveva raccontato le emozioni di ritornare davanti alla macchina da presa per riprendere il suo personaggio più noto:

Ritroverete una dottoressa Giò determinata, accusata ingiustamente di inadempienza nei confronti di una paziente che si era tolta la vita viene assolta e ritorna in ospedale nel suo ruolo di ginecologa. Ma con un obiettivo, vuole aprire all'interno dell'ospedale un centro anti-violenza per le donne.