Con le confessioni di Eliana Michelazzo Barbara d'Urso imprime un'accelerazione forte al suo Live – Non è la d'Urso, che detta l'agenda sul caso più chiacchierato delle ultime settimane e vince la serata di ascolti totalizzando 3.916.000 telespettatori, share 18,03%. Si tratta del miglior risultato da quando il programma è iniziato, anche in considerazione della durata più breve del solito del programma, vista l'incombenza dello speciale Matrix condotto da Nicola Porro e dedicato alle interviste per le prossime elezioni europee, in onda a partire dalle 23.35. Se vi state chiedendo per quale motivo un risultato di questo tipo pesi ancora di più con una durata del programma ridotta, potete leggere questo articolo.

La prima serata di Canale 5 tiene così testa alla controproposta di Rai1, che finisce per risultare decisamente debole. Il film per la Tv "Duisburg – Linea di sangue", ispirato alla vicenda realmente accaduta dell'agguato di ‘ndrangheta nella cittadina tedesca del 15 agosto 2007, ha registrato 3.680.000 telespettatori, share 16,63%. Sul terzo gradino del podio virtuale degli ascolti c'è "Chi l'ha visto?", il programma con Federica Sciarelli ha registrato 1.783.000 telespettatori, share 8,74%. E ancora su Rai 2 Il film Shall We Dance? che ha registrato 1.424.000 telespettatori, share 6,22%.

Subito dopo Italia 1 con il film Lethal Weapon, in prima visione tv, che ha registrato un netto di 1.047.000 telespettatori, corrispondenti ad uno share del 5,17%. Su Rete 4 c'è Roberto Giacobbo con Fredoom – Oltre il confine che ha registrato 1.000.000 telespettatori, share 5,01%. Infine su La7 Bersaglio Mobile – La sfida dei leader, lo speciale dedicato all'approfondimento politico e alle interviste ai leader politici per le elezioni europee, ha registrato 769.000 telespettatori, per uno share complessivo del 3,72%.