Matteo Salvini è intervenuto come ospite nell'ormai consueto spazio politico di Domenica Live, nella puntata del 17 marzo. Il politico della Lega è stato protagonista di un battibecco con Barbara D'Urso, intorno al tema delle famiglie arcobaleno. Da anni la conduttrice si professa paladina dei diritti dei gay e sostiene le adozioni da parte di coppie dello stesso sesso. L'intervista è stata l'occasione per un appello in diretta ai partiti di governo e allo stesso Salvini, facendo riferimento, in particolare, al Congresso mondiale delle famiglie in programma a Verona dal 19 al 31 marzo.

C’è una cosa a cui tengo molto. Ho letto che sarai al congresso mondiale della famiglia tradizionale. Sai che è promosso dal Ministro Fontana… Tu sai che esistono le famiglie arcobaleno, esistono bambini che vivono, per vari motivi, con due papà. Questi bambini vanno a scuola e non possono sentirsi dire che quella non è una famiglia. Non deve essere discriminato nessuno. Se voi dite papà mamma e un figlio allora discriminate, l’hai detto tu. Scusa se io porto avanti le mie idee. Esistono dei bambini che vivono per vari motivi in queste famiglie. Anche fuori dall’utero in affitto. Magari il papà naturale aveva una relazione con una madre e adesso lui sta con un uomo. Non potete dire che questa non è una famiglia. Capisci? Questa è una realtà e il ministro Fontana nega questa realtà! Tu sai bene che c’è un ragazzo gay che ha adottato un bambino down, che nessuna famiglia etero voleva. E allora quel bambino? Quella per te non è una famiglia?

D'Urso in disaccordo con Salvini

"Ognuno in camera da letto fa quello che vuole", è stato il timido tentativo Salvini di replicare alle affermazioni della D'Urso, "però ogni bambino ha diritto di avere una mamma e un papà, perché questo è quello che ha voluto il buon Dio". La conduttrice ha quindi rincarato la dose: "Tu non sei d’accordo con me. Ma vorrei si facesse qualcosa. A quel congresso  c’è una dottoressa, Silvana De Mari, secondo cui l’atto sessuale tra due gay è una forma di violenza usata anche come pratica di iniziazione al satanismo. Per me le famiglie sono quelle dove c’è amore. Su questa cosa non siamo d’accordo".

Salvini è il politico più visibile in tv

Salvini incassa la "sconfitta" ma la sua apparizione a Domenica Live conferma come il leader leghista sia il politico più attivo in televisione. Per lo meno lo è stato nel periodo di tempo va dal 1 al 31 gennaio 2019, come ha svelato un report dell'Agcom. Analizzando i ranking dei 20 soggetti politici e istituzionali che parlano di più nei tg e negli altri programmi, Salvini domina sostanzialmente le classifiche. Probabilmente, però, in futuro eviterà gli inviti della D'Urso.