Antonella Deprino, storica autrice e inviata de La vita in diretta, ha deciso di non firmare la lettera con la quale le colleghe del programma di Rai1 hanno difeso Alberto Matano dopo la mail al fulmicotone inviata da Lorella Cuccarini alla squadra di lavoro del programma. Un testo accuratamente preparato per difendere il giornalista dalle accuse di maschilismo che lo hanno investito dopo che la conduttrice, senza mai nominarlo, aveva pubblicamente condannato l’atteggiamento di un collega.

Perché Antonella Deprino non ha firmato la lettera a favore di Alberto Matano

Secondo me oggi facciamo un ascoltone…”, scriveva l’autrice ieri sul suo profilo Twitter, riferendosi alla curiosità generatasi intorno alla puntata infuocata coincisa con l’addio di Lorella Cuccarini a La vita in diretta. Proprio sotto il post, una commentatrice aveva fatto notare alla donna la mancata firma alla replica tesa a difendere Matano, chiedendole il motivo che l’aveva spinta a prendere le distanze da quella plateale offerta di supporto. “Perché sapevo che quella risposta sarebbe diventata pubblica. Sono all’antica. Lorella e Alberto riceveranno la mia risposta. Non voi”, ha spiegato l’autrice. Nessuna velata condanna, dunque, solo la volontà di spiegare in privato la sua posizione.

La lettera delle donne de La vita in diretta

In una lettera pubblicata da Dagospia ma diretta a Lorella Cuccarini, le redattrici de La vita in diretta hanno preso le distanze dalle frasi con le quali la conduttrice ha condannato l’atteggiamento di Alberto Matano. Compatte, hanno sostenuto il conduttore e giornalista, prendendo di fatto posizione nella polemica che ha visto contrapposti i due co-conduttori del programma:

Cara Lorella, dopo aver letto la tua mail, arrivata a ridosso dell'ultima puntata del programma, abbiamo provato smarrimento e incredulità per le tue parole. Abbiamo trascorso mesi durissimi e difficili in cui abbiamo lavorato insieme, con te e con Alberto, con impegno e dedizione, per gli stessi obiettivi e non ci aspettavamo una conclusione come questa. Fare finta di niente sarebbe la soluzione più semplice ma sentiamo il bisogno di dover dire la nostra, da donne. Abbiamo lavorato per tutta la stagione invernale in questo programma e siamo sorprese e amareggiate e, stentiamo ancora a credere, alle accuse di maschilismo rivolte ad Alberto. La nostra esperienza di lavoro con lui è stata caratterizzata da rispetto e riconoscimento professionale. Da grande giornalista, Alberto ha saputo valorizzare ognuno di noi nel proprio ruolo, con passione, generosità e intelligenza, avendo sempre come obiettivo la qualità del programma. In bocca al lupo! Maria Graziano Maria Teresa di Furia Elena Martelli Ilenia Petracalvina  Shaila Risolo Raffaella Longobardi Lucia Loffredo Lucilla Masucci Simona Giampaoli Sonia Petruso Erika Tuccino Mara Pannone Sara Verta Donatella Cupertino.