Foto Stefano Colarieti / LaPresseSpettacoloRoma, 12.09.2015 Auditorium Rai, Prima Puntata dello spettacolo ’Ti Lascio Una Canzone’nella foto: Antonella Clerici, Martina Stoessel, (Violetta)ph: Stefano Colarieti / LaPresseRoma, 12.09.2015 Auditorium Rai, prime of Italian Tv Show ’Ti Lascio Una Canzone’
in foto: Foto Stefano Colarieti / LaPresse
Spettacolo
Roma, 12.09.2015 Auditorium Rai, Prima Puntata dello spettacolo ’Ti Lascio Una Canzone’
nella foto: Antonella Clerici, Martina Stoessel, (Violetta)
ph: Stefano Colarieti / LaPresse
Roma, 12.09.2015 Auditorium Rai, prime of Italian Tv Show ’Ti Lascio Una Canzone’

Che Antonella Clerici non avesse preso bene la pausa forzata imposta dalla Rai, lo si era ampiamente capito. Nonostante un altro anno di contratto l'azienda non ha previsto alcun programma in prima serata per lei nella prossima stagione e la conduttrice aveva immediatamente espresso il suo malumore attraverso i social network.

Adesso arriva un'intervista, rilasciata al Corriere della Sera, in cui non solo Antonella Clerici non nega di essere in crisi con l'azienda, ma grida ai quattro venti la sua voglia di lavorare. "Non mi piace ricevere il bonifico a fine mese senza fare nulla", racconta a Renato Franco, non nascondendo il suo malumore per essersi percepita quasi come una persona da sopportare più che supportare:

Ho l'impressione che si sia rotto qualcosa. In questo momento, più che la rabbia, prevale il dispiacere

L'ex conduttrice de La Prova del Cuoco spiega di aver intuito che non ci sarebbero stati progetti a margine dei vari incontri con la direttrice di Rai1 Teresa De Santis: "Ci siamo viste a lungo, abbiamo parlato di un emotainment, valutato l'ipotesi di un Sanremo Kids… ma dall'ultimo colloquio avuto con lei sono uscita con l'idea che non fosse uno scambi di progetti, ma di opinioni". 

Antonella Clerici non vuole essere un peso per la Rai

Antonella Clerici è pronta anche a riconoscere i risultati non eccellenti dei suoi programmi nell'ultima stagione, come d'altronde aveva già fatto, definendo un errore aver riproposto "Portobello". Ma continua a sentirsi un cavallo di razza dell'azienda: "Non voglio fare da tappabuchi, anche perché non penso di meritarlo. Mi piace giocare in Serie A, non nei campetti di provincia". 

La sua estromissione dolce dai piani dell'azienda ha fatto storcere il naso a molti, risultando peraltro incomprensibile come l'azienda possa privarsi di una prima punta come la Clerici ha dimostrato di essere, anche per la fedeltà mostrata alla Rai: "Sono sempre stata un soldato, ho sempre detto di sì e non mi sono mai tirata indietro, anche quando dopo il Sanremo 2010 potevo permettermi di puntare i piedi".

Offerte di Mediaset, La7 o Discovery?

Incassata la solidarietà di tanti colleghi, da Conti a Venier, passando per Cuccarini e De Filippi, Antonella Clerici si augura che questa crisi, come le due precedenti avute con la Rai, possa portare, come in passato, a qualcosa di bello (l'ultima volta ne è venuto fuori il Sanremo del 2010 a lei affidato). Ma siccome le offerte da altre aziende sono arrivate ("Non faccio nomi, ma mi ha fatto molto piacere essere cercata"), lei non esclude che il futuro possa essere lontano da viale Mazzini: "La Rai è la prima scelta, vedremo cosa succederà".