Amadeus è pronto a immergersi nei preparativi del ‘Festival di Sanremo 2020‘. Al suo fianco, ad aiutarlo in questo arduo compito c'è la moglie Giovanna Civitillo. Dopo essere stati marito e moglie per dieci anni con rito civile, lo scorso luglio hanno celebrato le nozze anche con rito religioso. Il conduttore sa di poter contare sulla sua compagna di vita in questa nuova, tanto attesa, avventura professionale: “Preparo Sanremo con mia moglie: sarà ricco di emozioni. Di lei mi fido ciecamente, la coinvolgo in ogni scelta e tutte le volte che le ho dato retta, non me ne sono mai pentito".

Sanremo 2020, sarà il Festival dei sentimenti

Amadeus avverte il peso della responsabilità della riuscita di una kermesse tanto amata. Per fare un paragone calcistico, la considera come la finale di Champions League. Dalla sua parte, però, c'è la volontà di impegnarsi giorno e notte per fare in modo che già alla fine di dicembre sia tutto pronto per regalare agli spettatori un evento indimenticabile:

"Il Festival non lo puoi sbagliare: va fatto bene. È come la finale di Champions League, devi vincerla. Ho già le idee molto chiare. Ci lavoreremo giorno e notte perché per fine dicembre deve essere tutto fatto. Sarà un Festival pieno di affetto, di sentimento. Saranno sempre e solo le emozioni a guidare le mie scelte".

Il sogno: Madonna ospite, Monica Bellucci valletta

Ovviamente è arrivato anche il momento di pensare agli ospiti che impreziosiranno le serate del Festival di Sanremo 2020. Amadeus ha in mente un nome in particolare. Gli piacerebbe riportare sul palco Madonna, come accadde nel 1995 e nel 1998 quando il Festival era condotto rispettivamente da Pippo Baudo e Raimondo Vianello. Ha in mente anche un nome per quanto riguarda le vallette: "Mi piacerebbe molto far tornare Madonna sul palco di Sanremo. Monica Bellucci come valletta? Magari!".