Conosciamo Alba Parietti per la sua vigorosa passione politica e per la sua grande schiettezza, non ci sorprende più di tanto il contenuto succoso della sua ultima intervista rilasciata e pubblicata sull'edizione cartacea del quotidiano "Libero". Vicino ai 60 anni, l'opinionista e conduttrice attacca la televisione: "Dico sempre quello che penso", anticipa e poi arringa: "Le persone che oggi sanno fare la tv sono il 10%" tra quelli che vediamo.

Le parole di Alba Parietti

In quaranta anni di carriera, Alba Parietti non ha mai avuto alcuna paura di esporsi, al punto da finire in tribunale nella diatriba con Selvaggia Lucarelli. La Parietti parla chiaro: "Avrei potuto essere una ruffiana, ma dico sempre quello che penso. Non sono salita sul carro dei vincitori nemmeno con Renzi". Da sempre di sinistra, oggi in quei valori crede ancora anche se la situazione è cambiata:

Bisogna fare i conti con la situazione attuale del Paese. Molto spesso il proletariato si trova molto più vicino a Salvini perché non si vede riconosciuti i diritti. Lo Stato non garantisce il welfare, l’ascensore sociale è inesistente e sembra che per crescere sia necessario fare qualcosa di illecito e non passare attraverso lo studi.

Lo stato della televisione

Il tema più interessante dell'intervista è la critica a un determinato sistema che c'è in televisione, al problema della meritocrazia che nell'ambiente non esiste e al fatto che personaggi che "la tv la sanno fare" sono sempre meno.

Mi domando come faccio a fare questo mestiere senza avere avuto un padrino. Chi fa una bella carriera solo per meriti personali viene sottovalutato e superato da chi ha gli amici più potenti. C’era la possibilità (negli anni '80, ndr) di imparare un mestiere, ma bisognava studiare. Adesso la gavetta da cosa è rappresentata, dai reality? Chi ha delle qualità e fa queste trasmissioni viene bruciato senza possibilità di crearsi una vera carriera. […] le persone che veramente sanno fare bene televisione sono il 10%. Molto spesso la gente è intercambiabile, a seconda dello schieramento politico, e questo abbassa il livello generale.

Le critiche a Lorella Cuccarini

"È la mia natura" risponde Alba Parietti. Come nella favola della rana e dello scorpione che attraversano il fiume, la showgirl spiega di avere tanti nemici politici che però "mi rispettano perché sanno che sono coerente". L'occasione si fa ghiotta per parlare di Lorella Cuccarini, prossima conduttrice de "La vita in diretta" in coppia con Alberto Matano, e delle critiche rivolte alle sue simpatie "sovraniste". Questa la replica:

Penso che ognuno risponda di se stesso. Se ha sentito di esprimere un suo un parere e le è convenuto ha fatto bene, ma non mi permetto di giudicare. Preferisco essere giudicata.