Scivolone di Alan Friedman nello studio di UnoMattina, in onda su Rai1, nel giorno dedicato all’insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca. Il servizio pubblico ha seguito la cerimonia a partire da questa mattina, documentando i fatti salienti del giorno: dall’addio di Trump insieme alla moglie Melania all’arrivo del nuovo presidente degli Stati Uniti. L’argomento ha trovato spazio anche a UnoMattina, condotto da Marco Frittella e Monica Giandotti. Collegato con lo studio il giornalista statunitense Alan Friedman, cui la conduttrice ha chiesto una battuta circa l’uscita di scena di Trump. “Mi lascia la parte più divertente, vedo”, ha detto lo scrittore per poi scadere nell’insulto sessista ai danni di Melania Trump, definita una “escort” (qui il video, al minuto 39 circa).

Sorrisi in studio, poi Monica Giandotti si dissocia

La frase sessista di Friedman a proposito di Melania Trump non ha indotto i conduttori a bloccare l’intervento del giornalista. Solo dopo qualche minuto, una volta concluso l’intervento, la conduttrice Monica Giandotti si è dissociata: “Posso dire una cosa, Alan? Sei stato molto duro con Melania. Lo rimarco perché hai detto una cosa un po’ forte”. “Lo so”, ha risposto il giornalista e scrittore, “Ho detto che lui e la moglie vanno in Florida. Voglio ricordare a tutti in Italia che Melania è razzista come Trump”.

Michele Anzaldi: “Consentiti insulti sessisti in trasmissione”

A che servono conduttori strapagati se vengono consentiti in silenzio insulti sessisti in trasmissione? A che serve il servizio pubblico se ha lo stesso opportunismo politico dei social? Alla fine Corona almeno ha chiesto scusa. Rai che dice su parole Friedman su Melania Trump?”, ha scritto su Twitter Michele Anzaldi, deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, a proposito dello scivolone di Alan Friedman a UnoMattina.