Com'era prevedibile alla vigilia, è stata "Game of Thrones" a dettare legge agli Emmy Awards 2019, nella notte della 71esima edizione della cerimonia. La serie TV HBO, giunta all'ultima partecipazione alla manifestazione vista la stagione conclusiva uscita alcuni mesi fa, porta a casa complessivamente 12 statuette, aggiudicandosi anche quella più preziosa, quella di miglior drama della stagione. La serie aveva stabilito un record ancor prima della serata, con il primato di nomination: 32 in tutto. La cerimonia di premiazione si è tenuta domenica 22 settembre all’interno del Microsoft Theater di Los Angeles a partire dalle ore 17, le 20 a New York e le 2 del 23 settembre in Italia. La premiazione è stata trasmessa in diretta da Fox e, in Italia, da Rai4.

Oltre a "Game of Thrones" un'altra miniserie Hbo, "Chernobyl", conferma le aspettative, portando a casa 10 premi e contribuendo al trionfo dell'emittente americana, che conquista in tutto 34 premi, staccando Netflix ferma a 27. "Solo" 15 i premi per Amazon, numeri che danno la misura di quelle che sono le attuali gerarchie nel mondo della serialità televisiva. A seguire tutti i vincitori della 71esima edizione degli Emmy Awards.

I vincitori degli Emmy Awards 2019

Di seguito tutti i vincitori della 71esima edizione degli Emmy Awards. Diverse le categorie di premi assegnate. Dal Miglior Drama alla Miglior Miniserie, fino ai premi singoli assegnati agli attori protagonisti e non protagonisti.

Miglior Drama

Game of Thrones – HBO (Sky Atlantic in Italia)

Miglior Comedy

Fleabag – BBC (Amazon Prime in Italia e USA)

Miglior Film – Tv

Bandersnatch: Black Mirror – Netflix

Miglior Miniserie

Chernobyl – HBO (Sky Atlantic in Italia)

Miglior Attore protagonista in un drama

Billy Porter in Pose

Miglior Attrice protagonista in un drama

Jodie Comer in Killing Eve

Miglior Attore protagonista in una Comedy

Bill Hader in Barry

Miglior Attrice protagonista in una Comedy

Phoebe Waller-Bridge in Fleabag

Miglior Attore Protagonista in una miniserie o film-tv

Jharrel Jerome in When They See Us

Miglior Attrice Protagonista in una miniserie o film-tv

Michelle Williams in Fosse/Verdon

Miglior Attore non Protagonista in un Drama

Peter Dinklage in Game of Thrones

Miglior Attrice non Protagonista in un Drama

Julia Garner in Ozark

Miglior Attore non protagonista in una Comedy

Tony Shalhoub in The Marvelous Mrs. Maisel

Miglior Attrice non Protagonista in una comedy

Alex Borstein in The Marvelous Mrs. Maisel

Miglior Attore non protagonista in una miniserie o film tv

Ben Whishaw in A Very English Scandal

Miglior Attrice non protagonista in una miniserie o film tv

Patricia Arquette in The Act

Miglior regia per una serie drama

Jason Bateman, Ozark (Reparations)

Miglior regia per una serie comedy

Harry Bradbeer, Fleabag (Episode 1)

Miglior regia per una miniserie o film-tv

Johan Renck, Chernobyl

Miglior sceneggiatura per una serie drama

Jesse Armstrong, Succession (Nobody is ever missing)

Miglior sceneggiatura per una serie comedy

Phoebe Waller-Bridge, Fleabag (Episode 1)

Miglior sceneggiatura per una miniserie o film-tv

Craig Mazin, Chernobyl

Miglior guest star femminile di una serie drama

Cherry Jones, The Handmaid's Tale

Miglior guest star maschile di una serie drama

Bradley Whitford, The Handmaid's Tale

Miglior guest star femminile di una serie comedy

Jane Lynch, The Marvelous Mrs. Maisel

Miglior guest star maschile di una serie comedy

Luke Kirby, The Marvelous Mrs. Maisel

Miglior Varietà

Last Week Tonight with John Oliver