Nadia Toffa ha ricevuto nelle scorse ore l'importante riconoscimento conferitole dalla città di Taranto. L'inviata e conduttrice de Le Iene ha infatti ricevuto la cittadinanza onoraria, un gesto simbolico forte se si considerano le grandi criticità che riguardano una delle aree urbane più complesse d'Italia, caratterizzata dalla presenza del principale impianto siderurgico nazionale, la cui popolazione si confronta da anni con una difficile situazione di tipo ambientale. Il riconoscimento alla conduttrice era stato deciso all'unanimità dal consiglio comunale della città pugliese da alcuni mesi.

Perché la cittadinanza onoraria di Taranto a Nadia Toffa?

La mozione era stata presentata dal consigliere Marco Nilo, che aveva raccolto la sollecitazione di centinaia di cittadini, espressa sia personalmente che attraverso appelli lanciati sui social network. Nilo aveva reso note le ragioni della mozione spiegando mostrando i risultati della campagna di vendita delle magliette “Ie Jesche Pacce Pe Te” che ha unito i cittadini attorno allo scopo di raccogliere fondi per il reparto di Oncoematologia pediatrica dell'ospedale SS. Annunziata di Taranto. Madrina di questa iniziativa proprio Nadia Toffa, che nel corso della sua esperienza a Le Iene si è occupata della questione e che, negli ultimi mesi, è inevitabilmente diventata un simbolo della lotta ai tumori.

La lotta contro il cancro della conduttrice de Le Iene

Come sarà noto ai più, la conduttrice e inviata de Le Iene combatte da diversi mesi con un cancro. Lo aveva svelato nel corso di una puntata dello show ideato da Davide Parenti di inizio 2018, dopo che alla fine dello scorso anno era stata vittima del malore che l'aveva costretta al ricovero. Dopo settimane di apprensione, la conduttrice ha reso pubblica la sua battaglia, avviando una battaglia personale segnata anche da molti ostacoli, nel corso della quale ha goduto e continua a godere del supporto e appoggio di una parte corposa dell'opinione pubblica.