Friends è la sitcom che più di tutte ha dettato tendenza. Le avventure di Ross, Chandler, Joey, Rachel, Monica e Phoebe, infatti, hanno spianato la strada alle serie tv successive, appartenenti allo stesso genere. D'altronde, se non fosse stato per il gruppo di amici più famoso del piccolo schermo, How I Met Your Mother probabilmente non sarebbe neanche esistita. Creata da David Crane e Marta Kauffman, la comedy era ambientata a Manhattan e la sua storia si diramava tra gli appartamenti dei protagonisti e un bar, il Central Perk.

Amori, risate, ma soprattutto legami forti e tanta, tanta amicizia. Erano questi gli ingredienti principali di Friends, destinati a renderla una delle sitcom più seguite di tutti i tempi, anche a distanza di 12 anni dalla sua conclusione. Dieci stagioni in tutto, per un totale di 236 episodi. Il finale fu trasmesso il 6 maggio del 2004 e, tra cambiamenti di vita e trasferimenti importanti, ha saputo chiudere il cerchio dell'intera storia, senza deludere nessuno. Visto da più di 50 milioni di persone, si aggiudicò il titolo di più visto del decennio.

Intitolato Arrivi e partenze, il video dell'ultima puntata di Friends era la seconda parte de Il party dell'addio, in cui Rachel aveva annunciato ai suoi amici di trasferirsi a Parigi per lavorare da Louis Vitton. Sebbene Monica e Chandler le avessero organizzato una piccola festa, quest'ultima aveva preferito salutare i suoi amici individualmente. Era stato allora che la fiamma che lo legava a Ross si era accesa nuovamente. Dopo aver trascorso la notte insieme, però, il giorno successivo Rachel è ancora intenzionata a cambiare città. Respinto e deluso in aeroporto dove l'aveva accompagnata, Ross è ormai convinto di aver perduto per sempre la sua amata. Ma è quando torna a casa che la trova dietro di lui, in carne e ossa. I due decidono finalmente di mettersi insieme.

Nel frattempo Erica partorisce a sorpresa due gemelli, un maschietto e una femminuccia. Chandler e Monica decidono di chiamare la bambina Erica, in onore della madre naturale, e il bambino Jack, come il padre di Monica. In seguito finiscono di impacchettare le loro cose per trasferirsi nella nuova casa. Nella scena finale i sei amici si ritrovano insieme nell'appartamento di Monica e Chandler e, quando ogni scatolone è stato portato via, tutti loro si recano al Central Perk per gustare un ultimo caffè.

La sigla di "Friends"

Di Friends il pubblico ricorda tante cose, dalle risate al Central Perk al mistero dell'Uomo Nudo, risolto solo qualche mese fa. Ma il particolare non indifferente e di certo il più lampante che resterà per sempre nella storia sarà indubbiamente la sua famosa sigla. "I’ll be there for you, when the rain starts to pour. I’ll be there for you, like I’ve been there before. I’ll be there for you, ‘cause you’re there for me too…", recitava il motivo musicale ad apertura della sitcom, che tradotto significa: "Sarò lì per te, quando la pioggia inizia a cadere. Sarò lì per te, come se fossi stato lì prima. Sarò lì per te, perchè sei lì anche per me…".

Un inno all'amicizia, quindi, proprio come rappresentato nella serie sin dal titolo. Cantato dai The Rembrandts, il brano I'll be there for you riuscì ad ottenere un successo internazionale. Facilmente orecchiabile, fu inizialmente scritto dai produttori di Friends, David Crane e Marta Kauffman, e solo in seguito fu proposto al gruppo. Nella clip ufficiale, trasmessa per la prima volta nel maggio '95, comparivano anche i sei attori protagonisti della serie, Jennifer Aniston, Courteney Cox Arquette, Lisa Kudrow, Matt LeBlanc, Matthew Perry e David Schwimmer, insieme ai componenti della band.