In occasione della conferenza stampa di presentazione di “Politics”, il nuovo talk di Rai3 che prende il posto di “Ballarò”, il conduttore Gianluca Semprini rende noto quello che sarà il suo compenso. Ex giornalista Sky, l’uomo ha abbandonato l’incarico nella celebre televisione commerciale per accettare la proposta di Daria Bignardi, nuovo direttore di rete, che l’ha voluto in Rai. È stato lui stesso a condurre la trattativa che ha determinato il suo passaggio alla tv di stato, una trattativa che il giornalista riassume così

Quando mi è arrivata la proposta dalla Rai ho rifiutato le richieste di molti agenti che volevano mettermi sotto contratto. Io, anche perché ho quattro figli, sono una persona con i piedi per terra e ho voluto condurre la trattativa da solo per avere un contratto a tempo indeterminato da giornalista, proprio come quello che avevo a Sky. Mi sembra la cosa più normale del mondo.

A proposito del suo compenso, ha aggiunto

Guadagnerò 150 mila euro lordi l’anno che sono una bella cifra, anche se molto meno rispetto a quello che guadagnano altri conduttori.

Ballarò chiude dopo 14 anni.

La trasmissione condotta da Semprini, ex volto di SkyTg24, prende il posto dello storico “Ballarò” che chiude i battenti dopo 14 anni di attività. Massimo Giannini, conduttore del talk politico messo in soffitta dal direttore di rete Daria Bignardi, commentò con queste parole la decisione di sospendere il suo programma

Ballarò dopo tanti anni chiude, siamo stati rottamati anche noi. Abbiamo fatto scelte giuste e scelte sbagliate. Ma siamo stati di parte, sempre dalla parte del pubblico che ci ha seguito e non del palazzo. Siamo stati onesti e abbiamo dato fastidio. Abbiamo provato a fare informazione libera, anche all'interno del servizio pubblico dove spesso si cerca di allungare le mani.

Semprini non si è espresso a proposito della polemica cui diede voce pubblicamente il suo predecessore.