Proseguono le polemiche su Willie Peyote dopo una serie di dichiarazioni in una diretta su Twitch relative alle performance di Ermal Meta – "Scelta ruffiana cantare Caruso" – e Francesco Renga – "Ha cagato sul microfono come Aiello". Polemiche che hanno sollevato un vespaio nell'ambiente, invitando anche Ambra Angiolini ha una reazione. La ex compagna di Francesco Renga ha replicato a Willie Peyote: "Gli altri fanno i paraculi o cagano sui microfoni ma quello che esce dalla sua bocca è l'unica cosa che puzza". Intanto, stando a quanto riportano fonti vicine a Fanpage.it, Willie Peyote avrebbe già rivolto le sue scuse a Francesco Renga.

Le parole di Willie Peyote

La polemica è scoppiata all'indomani del Festival di Sanremo con le dichiarazioni di Willie Peyote in una trasmissione su Twitch dove il rapper ha espresso la sua opinione sul Festival e sui colleghi: "Io credo che Renga, e mi dispiace dirlo perché lui era uno dei rappresentanti della bella vocalità all'italiana, ha cagato sul microfono stasera. Ad un certo punto sembrava Aiello". Nel suo mirino è finito anche Ermal Meta: "Non si meritava per niente il primo posto. Già che stai cantando Caruso nel giorno di compleanno di Lucio dalla, è una scelta ruffiana. Lui canta bene nessuno glielo toglie, ma in confronto Annalisa è un vulcano in eruzione". Ermal Meta ha replicato sui suoi social: "Caro Willie Peyote voglio farti un dispetto e dirti quello che penso. Penso che tu sia bravo. Ieri eravamo a due metri di distanza nei camerini e se mi avessi detto di persona queste parole, saresti stato il coraggioso che appari sul palco. Buona fortuna e buona musica".

Le scuse del rapper

Il rapper torinese, stando a quanto riferito a Fanpage.it, avrebbe chiesto scusa personalmente agli artisti per il suo comportamento e le sue dichiarazioni.