"White Lines", righe bianche. Sì, parliamo proprio di cocaina. Ce ne sarà letteralmente a pacchi in questa nuova serie Netflix nata dal creatore de "La casa di carta", Álex Pina. La piattaforma di contenuti on demand ha deciso di puntare forte sul nome che in questo momento gli sta garantendo visualizzazioni e valorizzazione del suo ampio catalogo (non solo "La casa di carta" ma anche "Vis à Vis" è ormai un caso). Con "White Lines" il progetto, se possibile, si fa più ambizioso perché è il primo nato dall'accordo tra lo sceneggiatore e Netflix. Debutta il 15 maggio in tutti i Paesi in cui il servizio è disponibile. La sensazione è che la serie, dati i toni e le ambientazioni, possa rappresentare un "craque" della programmazione Netflix di maggio.

La trama di White Lines

Tra le notti folli di Ibiza, tra alcool, rumba e cocaina, c'è un mistero da risolvere. Venti anni dopo la scomparsa del Dj di Manchester Axel, il suo corpo viene ritrovato. La sorella arriva sull'isola di Eivissa con lo scopo di sapere la verità sulla morte del suo amato fratello, scomparso nel nulla quando aveva solo 20 anni. Con l'aiuto di un mezzo criminale dall'aria poco sveglia, dovrà farsi largo tra signori della droga e poliziotti corrotti tra orge, discoteche e tanta tanta polvere bianca.

Il cast di White Lines

Un cast che attinge, come da produzione, da talenti anglofoni e iberici. In questa serie ambientata nella bellissima Ibiza, la protagonista è Laura Haddock (Transformers – L’ultimo cavaliere) coadiuvata da Daniel Mays (Rogue One). Il resto del cast è composto da: Juan Diego BottoPedro Casablanc, Marta Milans, Nuno Lopes, Laurence Fox e Angela Griffin. "White Lines" si compone di 10 episodi della durata di un'ora, scritta da Álex Pina e Esther Martinez Lobato.