Mara Venier non è riuscita ad avere Maria De Filippi a Domenica In (pare per uno stop imposto dalla Rai), ma si è consolata con la presenza del tenore Vittorio Grigolo, che in questi mesi si è fatto conoscere ancora di più al grande pubblico proprio grazie all'esperienza come direttore artistico di Amici. Il cantante lirico è entrato rivolgendo parole al miele alla Venier: "Grazie soprattutto perché ci dai tanta informazione, ma con il cuore". Una frase che suona come una sottile frecciatina a Barbara "col cuore" D'Urso? In ogni caso, dalla Venier non è arrivata alcuna particolare reazione.

Il ricordo di Lucio Dalla e Fabrizio Frizzi

Tra risa e lacrime, c'è stata tanta commozione di fronte alle immagini di una festa della Repubblica in cui Grigolo si esibì insieme a Lucio Dalla sulle note di "Caruso", per la conduzione di Fabrizio Frizzi: “Lucio e Fabrizio due anime incredibili, hanno comunicato amore, pace e serenità e soprattutto groove, adrenalina e passione per quello che hanno fatto. Dalla l’ho incontrato nel 1990 quando portava in mano lo spartito di Caruso a Pavarotti, io avevo soli 13 anni". Poi, il racconto su come la sua carriera è nata da una passione inestinguibile:

Comincia da Roma il viaggio meraviglioso attraverso la musica e la scoperta di questo dono incredibile. Ho cominciato a cantare perché cantando riuscivo ad emozionare più delle parole, poi ho capito che era qualcosa di viscerale, che nasceva da dentro.

Vittorio Grigolo alla Prima della Scala, l'aneddoto

Grigolo ha svelato un'importante anticipazione del suo futuro professionale: dovrebbe cantare alla Scala, nell'opera che a S. Ambrogio aprirà la stagione  2019-20: "Ho ricevuto adesso lo spartito dalla Scala per la Tosca. Sarà la bellissima inaugurazione di quest'anno". Sul rapporto intenso con il prestigioso teatro milanese, il cantante ha raccontato un divertente aneddoto sul suo esordio:

Con la Scala c'è una relazione incredibile, io ci ho debuttato a 23 anni. Ti racconto un episodio. Allora la Scala aveva chiuso per restauri, per trasferirsi agli Arcimboldi, e io avevo un concerto di arie inedite di Verdi. Dopo aver eseguito il Tantum Ergo, sono andato a prendere lo spartito nuovo, ma nella fretta ho preso quello sbagliato. La cantante Barbara Frittoli allora ha voluto aiutarmi e mi ha detto: "Guarda dal mio spartito". Avevo la telecamera davanti alla faccia, e per tutto il tempo ho sbirciato nello spartito di lei, che però ha un décolleté generoso. Così, a casa, mia mamma mi ha detto: "Vittorio, per una volta che vai in tv, hai guardato per tutto il tempo le tette della Frittoli".

Nessun riferimento ad Amici

Sorprende l'assenza di riferimenti all'esperienza di Grigolo ad Amici. Lui e l'altro coach Ricky Martin hanno lasciato il programma con qualche puntata di anticipo per esigenze della produzione, che ha voluto mettere al centro dello spettacolo gli allievi. È noto che ormai si parla liberamente di programmi Mediaset in Rai e viceversa (solo poco prima, la Venier ha ospitato Alessia Marcuzzi, parlando delle clamorose gaffe dei tempi dell'Isola dei Famosi). Forse, la scelta ha a che fare con la tanto chiacchierata ospitata di Maria De Filippi a Domenica In: zia Mara l'ha invitata in diretta ad Amici (dov'è andata come giudice speciale), ma la Rai avrebbe posto il veto alla sua presenza. E chissà se nell'ultima puntata di Domenica In del 26 maggio, l'azienda cambierà idea e ospiterà la Queen Mary o almeno il vincitore di Amici, altro desiderio manifestato con forza dalla Venier.