Veronica Maya commenta l'assenza dai palinsesti Rai 2019/2020 e spiega com'è stato apprendere che il programma Quelle brave ragazze, in onda nella tarda mattinata e co-condotto con le colleghe Arianna Ciampoli, Valeria Graci e Mariolina Simone, non ha avuto altra possibilità di inserimento nella nuova offerta di viale Mazzini. La conduttrice ha rilasciato una breve intervista al settimanale Nuovo, esprimendosi con toni molto amareggiati:

In due estati era diventata una trasmissione molto apprezzata e riconoscibile. È stato un peccato non avere un’altra possibilità, al di là della mia presenza. L’amarezza riguarda di più il fatto di aver appreso dalla stampa la notizia della cancellazione del programma…Noi sapevamo che saremmo state in palinsesto, invece poi siamo sparire all’improvviso.

Il lato positivo di tutto questo è che Veronica Maya non dovrà più fare la pendolare tra la Campania, regione di appartenenza, dove vive tuttora, e gli studi Rai di Roma: "C’è un lato positivo: posso finalmente trascorrere una bella estate con la mia famiglia, cosa che mi mancava…".

In questo momento, pare abbia rivolto gli occhi altrove e, in particolare, al mondo del cinema. Il 18 luglio uscirà “Passpartù – Operazione doppiozero”, il primo film che la vede nel cast, e queste sono state le parole di accompagnamento come commento di questa esperienza sul set appena conclusa: "Nel film interpreto il ruolo di una giornalista innamorata di un ragazzo più giovane, che però non è intenzionato ad avere una storia seria…Il mio non è un ruolo da protagonista, ma mi ha dato una grande soddisfazione”.

Non c'è stata solo da parte sua, l'amarezza derivata dalla visione dei nuovi palinsesti Rai, che ha visto tra gli altri grandi esclusi nomi come Cristina Parodi, Benedetta Rinaldi, Luca Rosini e Adriana Volpe.