9 CONDIVISIONI

TwitterTel 18 gennaio: #leader batte “Riusciranno i nostri”

Il 18 gennaio vede l’intrattenimento scontrarsi con l’informazione politica. L’Auditel dichiara il successo di quest’ultima, mentre Twitter, contemporaneamente, conferma la morte del varietà: se non è questa campagna elettorale…
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Andrea Parrella
9 CONDIVISIONI

Venerdì 18 gennaio è segnato dalla presenza di tipologie di programmi differenti sulle sette reti televisive principali. Ha il predominio assoluto l'argomento di politica, che occupa a pieno la prima serata di due reti importanti come Rai3 e Canale5, mentre l'intrattenimento la fa da padrone sull'ammiraglia Rai. Film e telefilm caratterizzano Italia1, Rete4 e Rai2, mentre Atlantide riempie il palinsesto di La7, a sostituire lo show di Corrado Guzzanti. Paragonando i dati riferiti al seguito dei due programmi, sia Auditel che Twitter, ciò che ne viene fuori è una sonora rissa tra i due parametri.

Per l'Auditel vince Riusciranno i nostri – Giunto alla seconda puntata, il varietà del venerdì condotto da Max Giusti ottiene un risultato soddisfacente, considerando il disordine e il frastagliato spargersi del pubblico di ieri sera, con scelta multipla e senza i due soliti poli di riferimento: 4.001.000 telespettatori per uno share del 15,85%. A seguire c'è il salotto di Italia Domanda, su Canale5, che ospita Silvio Berlusconi. IL risultato è di 3.196.000 di telespettatori, per uno share del 12,17%. Prevedibile il piazzamento sul terzo gradino del podio di I pirati dei Caraibi – Ai confini del mondo, su Italia 1, con Johnny Depp, che ha registrato un netto di 2.290.000 telespettatori, share del 10,1%.

Per Twitter vince #leader – Inversione di marcia per andare a guardare ciò che Twitter ci dice: basterebbe quasi leggere la classifica Auditel al contrario. Il tema più battuto è il nuovo programma di Lucia Annunziata, la prima delle quattro puntate di questo Leader che ha portato in studio Antonio Ingroia e buona parte della sua squadra elettorale. L'hashtag si piazza in testa ai TT rimanendoci, praticamente, per l'intera serata. Alle sue spalle riscuote buoni numeri #piratideicaraibi, che prende traffico giovanile e non solo. Blanda e meno vigorosa del solito è la discussione che genera #Berlusconi su Canale5, anche se il cavaliere riesce ugualmente ad entrare nei TT a metà serata.

Colpa di Rai3? – La trasmissione di Lucia Annunziata si propone come luogo di discussione fondamentale per questa corsa elettorale, il che è appunto dimostrato dal seguito che genera sul social network. C'è di fatto da denotare una forte discrepanza con gli ascolti ottenuti, in relazione al fatto che, da un paio di settimane, i talk politici riescono a raccogliere un seguito piuttosto omogeneo nella media Auditel-Twitter.  In questo caso la differenza è invece importante e, probabilmente, il motivo potrebbe essere l'emittente stessa, Rai3, filtro per un pubblico sostanzialmente settoriale.

9 CONDIVISIONI
TwitterTel 28 gennaio: #PiazzaPulita batte la fiction di Rai1
TwitterTel 28 gennaio: #PiazzaPulita batte la fiction di Rai1
TwitterTel 8 febbraio: #Leader batte Il Clan dei Camorristi
TwitterTel 8 febbraio: #Leader batte Il Clan dei Camorristi
TwitterTel 8 gennaio: #Ballarò batte #Ultimo e #DonMatteo
TwitterTel 8 gennaio: #Ballarò batte #Ultimo e #DonMatteo
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni