30 Gennaio 2015
22:31

“Tra i parenti di Elena Ceste c’è rabbia e dolore, ma credono a Michele”

Quarto Grado ha concesso ampio spazio al caso di Elena Ceste. I legali di Michele Buoninconti hanno spiegato che l’uomo non si aspettava l’arresto. Intanto, secondo quanto dichiarato dalla giornalista Alessandra Anzolin, tra i parenti della vittima ci sarebbe un clima di rabbia e dolore, ma credono nell’innocenza del marito di Elena.
A cura di Daniela Seclì

  

La puntata di "Quarto Grado" andata in onda questa sera ha dedicato ampio spazio al caso di Elena Ceste. Negli ultimi giorni, si è assistito ad una svolta. Il marito Michele Buoninconti, infatti, è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario e occultamento di cadavere.

Fabio Federici, colonnello comandante provinciale dei carabinieri di Asti, è intervenuto durante la diretta di "Quarto Grado" e ha spiegato la dinamica dell'arresto:

"Non abbiamo ammanettato Michele, abbiamo rispetto per i quattro bambini. Abbiamo notificato lo stato d'arresto e lui si è chiuso nel silenzio. Abbiamo cercato di essere garbati e rispettosi. I dubbi sono emersi nel notare che le versioni date da Buoninconti nelle prime ore, erano già differenti l'una dall'altra, nel giro di 48 ore".

Simone Toscano, poi, ha intervistato l'avvocato di Michele Buoninconti, Chiara Girola che ha dichiarato:

"Non ci aspettavamo l'arresto. Siamo stati chiamati dai carabinieri per una perquisizione a casa del nostro assistito, ma quando siamo arrivati, lo stavano portando in carcere. Era sorpreso, non se lo aspettava neanche lui ovviamente. Sono stati sequestrati alcuni oggetti, su cui preferisco mantenere il riserbo, ma la cosa non ci preoccupa. La decisione di arrestarlo ci lascia perplessi. Per lunedì alle 09:10 ci sarà l'interrogatorio. Cercheremo di fare in modo di incontrarlo prima. Proseguiremo la linea difensiva già intrapresa. Continueremo con i sopralluoghi e nomineremo dei tecnici".

È intervenuto anche il medico di Elena che si è unito a coloro che hanno visto in Michele ed Elena una coppia unita:

"Non mi sarei mai aspettato che Michele fosse un delinquente. Questa notizia mi giunge inaspettata. […] Lui ed Elena erano due persone in sintonia, non c'era la sottomissione di cui si parla".

I genitori della mamma di Costigliole si sono detti esterrefatti. La famiglia, infatti, ha sempre mostrato il suo completo sostegno nei confronti dell'uomo e anche oggi non voltano le spalle a Michele. Alessandra Anzolin, infatti, ha comunicato lo stato d'animo dei familiari:

"Tra i parenti c'è rabbia e dolore, sono convinti che Michele non c'entri nulla e hanno detto: ‘Parleremo solo quando avremo visto gli atti".

Il cognato di Elena Ceste:
Il cognato di Elena Ceste: "Michele è sconvolto, piange, la pensa. Ci fidiamo di lui"
"I genitori di Elena Ceste sono esterrefatti dopo l'arresto di Michele"
"Michele scrive lettere d'amore a Elena Ceste, le dice 'Ti amo tanto'"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni