"Se tutto attorno è il bene, allora chi tutela il male quando il bene si prepara ad ammazzare?". Forzando un po' la mano, possiamo citare i 99 Posse per provare a condensare in una frase l'esperimento di "The Boys", la serie televisiva Amazon Prime Video, ideata da Eric Kripke e basata sull'omonimo fumetto della coppia più cool e trasposta del momento, Garth Ennis ("Preacher") e Darick Robertson ("Happy!"). "The Boys" si fa una domanda puntualissima sulla società attuale, ubriaca di social-media, ossessionata da stories, like, retweet e mentions; e grazie a una importante campagna promozionale e al più potente degli spot, il passaparola, sta conquistando il pubblico degli abbonati Prime.

La trama di The Boys

I supereroi sono le superstar nel mondo di "The Boys". Come i calciatori, i vip, i personaggi del mondo dello spettacolo, vendono i diritti d'immagine, hanno società che curano il loro merchandising ufficiale, pianificano ospitate televisive, pubbliche e private. E questo li rende più potenti dei loro stessi superpoteri, assolutamente intoccabili, protetti, invincibili. Una società, la Vought-American, si occupa di organizzare a tavolino finti crimini al fine di aumentare la popolarità dei propri assistiti. Il gruppo più potente è quello dei Sette, di cui il Patriota è il leader. Un giorno, però, uno dei Sette travolge, disintegrandola, la ragazza di Hughie Campbell. Questi chiede giustizia, ma dovrà scontrarsi con un sistema che protegge i Super. L'incontro con Billy Butcher, deciso a riformare la squadra di agenti punisci-Super, sarà decisivo: questi sono i "Boys".

Il cast di The Boys

Karl Urban è Billy Butcher (doppiato da Francesco Bulckaen), Jack Quaid è Hughie Campbell (doppiato da Flavio Aquilone), Antony Starr è Patriota (doppiato da Gianfranco Miranda), Erin Moriarty è Starlight (doppiata da Veronica Puccio), Dominque McElligott è Queen Maeve (doppiata da Virginia Brunetti), Jessie Usher è A-Train (doppiato da Alex Polidori), Laz Alonso è Latte Materno (doppiato da Marco Bassetti), Chace Crawford è Abisso (doppiato da Luca Mannocci), Tomer Kapon è Frenchie (doppiato da Raffaele Carpentieri).

Il primo vero successo targato Amazon

Stando a quanto riportato dai dati di Parrot Analytics, riportati da Screenrant, "The Boys" è il primo vero successo targato Amazon. La trasposizione del fumetto avrebbe battuto in termini numerici tutte le serie Marvel presenti su Netflix. Stando alle statistiche, la serie avrebbe prodotto oltre 50 milioni di "Demand Expression", ovvero il totale tra visualizzazioni, commenti, stories, tag e altre attività relative alla serie. "Daredevil", la serie Netflix cancellata dopo tre stagioni, è la seconda di questa speciale classifica ed è ferma a 20 milioni di "Demand Expression".