Dopo aver omaggiato Mango nel corso dell'ultima puntata, questa volta, per lo show finale, Virginio chiude la sua esperienza a Tale e Quale Show si calandosi nei panni di Bruno Mars, re del pop. E si conquista il titolo di vincitore della serata. "Me lo dicono sempre che quando mi faccio la barba somiglio a Bruno Mars", dice il cantautore nel video di presentazione della performance. L'esibizione è entusiasmante sulle note di ‘Uptown Funk!' e carica di energia.

Il parere dei giudici sull'esibizione di Virginio

Virginio con la sua imitazione di Bruno Mars conquista una delle prime standing ovation da parte del pubblico. Il cantautore convince anche la giuria, che si dice entusiasta. Positivo il giudizio di Loretta Goggi: "Virginio ha fatto uno di quei percorsi meravigliosi qui, bravo! È stato bello anche il numero di stasera, hai cantato e ballato in diretta che è sempre difficile". Poi il parere di Vincenzo Salemme: "Bruno Mars mi ricorda Michael Jackson, ma più tranquillo, lui è il benessere". Anche Panariello è convinto su Virginio: "Anche da vicino sembri lui". Infine il parere del giudice speciale della serata, Gabriele Cirilli: "Virginio entra bene in tutti i personaggi che fa, ormai per lui Tale e Quale è diventato semplicissimo!". 

Il percorso di Virginio a Tale e Quale Show

Quello del cantautore a Tale e Quale Show è stato un percorso di successo che lo ha reso uno dei concorrenti più amati dal pubblico. Alla fine della sua esibizione dell'ultima puntata, Virginio assiste ad una carrellata delle sue imitazioni. Da Justin Timberlake a Diodato, poi George Michael, Giuliano Sangiorgi e infine Mango. L'ultima è stata una delle performance più apprezzate. Il cantante aveva raccontato il legame speciale che ha con la musica di Pino Manco, scomparso nel 2014 durante una sua esibizione sul palco. "Per me si chiama ancora Pino – racconta – Io ricordo che ero a Sanremo Giovani nel 2006, lui era dietro le quinte e lo vedevo che passava nei camerini e a un certo punto, finita la mia esibizione, si avvicina, mi guarda e dice: ‘Bravo'. Per un ragazzo di 20 anni che per tutta la sua vita ha lottato coi genitori per difendere la sua passione del canto, è importante". Virginio si ripromette di in reinterpretare Mango "in maniera il più possibile delicata".