Torna da lunedì 15 giugno in prima serata su Rai2 Made in Sud condotto da Stefano De Martino con Fatima Trotta e il capocomico Biagio Izzo. Con i due colleghi Stefano De Martino dichiara di avere grande feeling e di capirsi con uno sguardo, in un'intervista rilasciata a Tv Sorrisi e Canzoni. "Andremo in onda senza pubblico e avremo un occhio sui temi di attualità ma nel rispetto dei tristi eventi che abbiamo vissuto durante la pandemia. Sul palco avremo un metro e mezzo di distanza, sono bandite le strette di mano. Molte gag che si basavano sul contatto fisico sono state riscritte".

La danza resta il suo habitat naturale

Nato come ballerino di Amici di Maria De Filippi in casa Mediaset e diventato uno dei volti di punta della seconda rete Rai. Stefano De Martino non ha dubbi circa l'assenza di un conflitto di interessi o di un'apparente irriconoscenza mostrata sul campo: "Un tempo le risorse artistiche erano legate a una sola azienda. Ora le cose sono cambiate e quando vedo Maurizio Costanzo e i suoi programmi su reti diverse ne ho la certezza. Non c’è competizione: siamo tutti sulla stessa barca". Il mondo della danza non è stato abbandonato come molti pensano, anzi, resta un punto fermo nella sfera della sue passioni:

È il mio habitat naturale. Il palcoscenico è pieno di zone vuote che rischiano di ingoiarti. Grazie al ballo, ho imparato a gestire bene quegli spazi. Credo che chi si avvicina al lavoro artistico debba mostrarsi versatile, come accade in America. Basti pensare a Justin Timberlake.

La crisi con Belen Rodriguez

Sulla crisi profonda che aleggia intorno al suo matrimonio con Belen Rodriguez (che ne ha parlato in un video su Instagram), per la seconda volta dal loro sì, non ritiene di voler aggiungere altro, geloso della sua privacy e intenzionato a rispettare prima di tutto la vita di suo figlio Santiago: "Sono consapevole del fatto che finora la mia vita privata sia stata parte integrante di quella pubblica e spero che le persone comprendano e mi perdonino se oggi, forse anche per l’età, preferisco che quella parte rimanga appunto privata".