164 CONDIVISIONI
2 Novembre 2021
20:35

Sputi e insulti alla giornalista di Storie Italiane: “Tua mamma fa la pu…”

Laura Tangherlini, la giornalista inviata di “Storie Italiane”, il programma di Rai1 condotto da Eleonora Daniele, è stata aggredita in diretta mentre stava raccontando dello sgombero del maxi rave a Torino, tra Nichelino e Beinasco. La conduttrice: “Un carabiniere che prende i dati di questo imbecille, di questo cretino che ha parlato, non c’è?”.
164 CONDIVISIONI

Laura Tangherlini, la giornalista inviata di "Storie Italiane", il programma di Rai1 condotto da Eleonora Daniele, è stata aggredita in diretta mentre stava raccontando dello sgombero del maxi rave a Torino, tra Nichelino e Beinasco. Nel raccontare il deflusso spontaneo dei partecipanti e lo sgombero da parte delle forze dell’ordine degli ultimi partecipanti rimasti, uno dei partecipanti si è avvicinato a lei sfilandole il microfono e insultandola: "Tua madre fa la pu…". Successivamente, l'uomo ha continuato a insultarla e lanciandole sputi.

Dallo studio di "Storie Italiane" hanno richiesto in diretta l'intervento delle forze dell'ordine e l'identificazione dell'uomo: "Un carabiniere che prende i dati di questo imbecille, di questo cretino che ha parlato, non c'è?". Successivamente, l'uomo è tornato ad aggredire l'inviata e il cameraman ma l'intervento delle forze dell'ordine ha scongiurato il peggio.

Il mega rave party di Torino

Il mega Rave party, organizzato nell’area industriale abbandonata nel territorio di confine tra Borgaretto e Nichelino, ha richiamato circa seimila persone dall'Italia ma anche dall'estero. I carabinieri e la polizia sono prontamente intervenuti per mettere in sicurezza l'area e procedere allo sgombero. Stando a quanto dichiarato dai sindacati di polizia, nel corso del rave party ci sono state numerose tensioni e scontri tra alcuni partecipanti e forze dell'ordine. È stato Eugenio Bravo, segretario generale del sindacato di polizia Siulp Torino, a denunciare gli scontri parlando di tre poliziotti feriti, di cui uno gravemente alla testa, colpito da una pietra durante "una sassaiola contro le forze dell'ordine", gli altri due "nel tentativo di essere investiti da un camion di questi individui che male tollerano la presenza delle forze dell'ordine".

164 CONDIVISIONI
"I ragazzotti gay de L'Espresso", la storia degli insulti omofobi del prete al giornalista
"I ragazzotti gay de L'Espresso", la storia degli insulti omofobi del prete al giornalista
Il padre di Rossano Rubicondi commosso a Storie Italiane: "Non sapevo nulla della sua malattia"
Il padre di Rossano Rubicondi commosso a Storie Italiane: "Non sapevo nulla della sua malattia"
Giornalista ucraina contro la Tv italiana dopo Otto e Mezzo: "Assurdo quello che devo spiegare"
Giornalista ucraina contro la Tv italiana dopo Otto e Mezzo: "Assurdo quello che devo spiegare"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni