Si è aggiunto un nuovo tassello alla vicenda della finta aggressione omofoba denunciata pubblicamente da Marco Ferrero, alias Iconize. Il giovane è stato ospite di Live – Non è la D'Urso dove ha legato il fatto che si sia colpito da solo, alla sofferenza per la relazione con un ex fidanzato violento. Soleil Sorge, ospite di Pomeriggio Cinque, ha smentito anche questa versione. A suo dire, l'influencer ormai sparito da Instagram, avrebbe mentito ancora.

Marco Ferrero sulla finta aggressione omofoba

Partiamo dalla versione data da Marco Ferrero sulla finta aggressione omofoba. Ricordiamo che Iconize, ormai smascherato, aveva già ammesso di aver mentito e di non essere mai stato picchiato da un gruppo di ragazzi. A Live – Non è la D'Urso ha parlato delle presunte violenze subite da un ex fidanzato e ha legato la notte in cui si è fatto del male, alla sofferenza che sarebbe stata generata da quell'uomo:

"Avevo un ex ragazzo molto violento nei miei confronti, che amavo tanto. Purtroppo lui non riusciva ad amarmi perché non riusciva ad accettare la sua sessualità, non riusciva ad accettare se stesso. Io volevo uscire con lui mano nella mano, volevo baciarlo in pubblico e non potevo. Alcuni miei amici sanno quanto ho sofferto. Io quella sera ho bevuto molto, prendevo anche dei tranquillanti che mi avevano prescritto perché non riuscivo più a dormire perché piangevo. Quella sera ho avuto una crisi di panico, ho sbattuto la testa contro la porta. Mi sbattevo la porta in faccia e tiravo dei pugni contro il muro del mio bagno e così mi sono causato dei lividi".

Soleil Sorge smentisce Iconize

Soleil Sorge, ospite della puntata di Pomeriggio Cinque trasmessa lunedì 19 ottobre, ha assicurato: "Iconize continua a mentire". Secondo quanto sostiene l'ex naufraga dell'Isola dei Famosi, Marco Ferrero avrebbe fatto riferimento a relazioni che si sarebbero concluse due anni fa e che dunque non avrebbero nulla a che fare con l'episodio di autolesionismo poi spacciato per un'aggressione omofoba:

"Lui sta cercando di passare per vittima, quando sono tutti gli altri a essere vittime delle sue cattiverie. Ti ha raccontato di una relazione pesante, con degli abusi e di una relazione che ha avuto tre anni fa con un ragazzo che poi l'ha tradito nel suo letto con una sua amica. E comunque avevano una relazione aperta. Ha mischiato due relazioni diverse, finite una tre anni fa e l'altra due anni fa. Io sono testimone e ho conosciuto benissimo queste persone".

In particolare, Soleil ha fatto riferimento al ragazzo accusato da Marco Ferrero di essere stato violento. Il giovane si sarebbe messo in contatto con la Sorge e le avrebbe raccontato la sua versione dei fatti. A suo dire, Iconize avrebbe fatto di tutto per spingerlo a rivelare la sua omosessualità, ma questo ragazzo non si sentiva ancora pronto a farlo:

"Era distrutto perché non aveva mai raccontato della sua omosessualità, neanche alla famiglia e agli amici. Mentre stavano insieme, non era pronto. Marco in tutti i modi ha provato a forzarlo. Ha fatto cose riprovevoli. È una persona pronta a infangare gli altri pur di pulirsi le mani. Ci sono i testimoni che hanno visto lui mettere le mani addosso a questo ragazzo, fingere un attacco epilettico, fingere di tutto. Sono stati insieme due mesi, gli altri otto mesi sono stati una tortura. Io ricordo che andavo con Marco a inseguire e stalkerare questo ragazzo. Andavamo nel locale dove stava questo ragazzo, perché volevo aiutare Marco".

Quindi Soleil ha concluso che il gesto di Ferrero, di procurarsi intenzionalmente dei lividi, non sarebbe affatto legato a quella relazione: "Si è dato una bottiglia di alluminio in faccia. Di certo non lo ha fatto perché era distrutto per l'ex. Quella sera era felicissimo, era venuto a casa mia. Ci eravamo rivisti dopo la quarantena. Il mattino dopo, otto ore dopo, mi sono svegliata e ho trovato quel video. Non l'ha fatto per il suo ex, lo ha fatto per puro interesse".

La reazione di Barbara D'Urso

Barbara D'Urso ha detto la sua su quest'ennesima versione di come si sarebbero svolti i fatti. La conduttrice ha spiegato che fatica a credere che una persona che va in televisione per scusarsi per avere mentito, poi continui a dire bugie:

"Sono basita. Marco si è messo in contatto con noi per chiedere scusa a me. Io ho detto che non doveva chiedere scusa a me, che ho le spalle grosse, ma a tutti. Anche quelli che stanno combattendo per fare approvare la legge contro l'omofobia. È assurdo venire a chiedere perdono mentendo su un'altra cosa".