Sinisa Mihajlovic sarà uno degli ospiti del Festival di Sanremo 2021, protagonista di un duetto con Zlatan Ibrahimovic (che, come noto, è ospite fisso della kermesse). Lo ha annunciato lo stesso allenatore, in conferenza stampa, parlando della performance canora che dovrebbe regalare con il calciatore e confermando le voci che già giravano da qualche ora.

Andrò a Sanremo: io e Ibra faremo schifo insieme. Ho già dimostrato di non essere in grado di ballare, a dire il vero non so neppure cantare. Però ci proverò…

Mihajlovic a Sanremo dopo Ballando con le stelle

Mihajlovic ha fatto riferimento alla sua partecipazione a Ballando con le stelle. Lui e l'amatissima moglie Arianna Rapaccioni furono ospiti speciali, come "ballerini per una notte", nel talent di Milly Carlucci a ottobre 2020. Stavolta, a portarlo sul palco dell'Ariston è la fortissima amicizia con Ibrahimovic, e probabilmente pure la fede nerazzurra del direttore artistico Amadeus. Non sarà probabilmente una performance da Grammy, quella di Sinisa e Zlatan, ma di certo passerà alla storia di questa edizione come un momento molto particolare. Chissà che il carattere fumantino di entrambi non regali qualche guizzo di grande ironia e divertimento.

Sinisa Mihajlovic, la carriera e la malattia

Serbo con cittadinanza italiana classe 1969, Sinisa Mihajlovic è l'attuale commissario tecnico del Bologna e nel suo lungo passato di calciatore ha militato in Italia nella Lazio e nell'Inter. È legato ad Arianna Rapaccioni dal 1995 e l'ha sposata nel 2005. Dal loro amore sono nati ben cinque figli: Viktorija, Virginia, Miroslav, Dushan e Nicholas (lui è anche padre di Mirko, nato da una precedente relazione). Viktorija e Virginia sono note al pubblico televisivo per la loro partecipazione all'Isola dei famosi. Nel 2019, l'allenatore ha annunciato di aver contratto una forma di leucemia mieloide acuta. Si è immediatamente sottoposto a cure intensive e, grazie a un trapianto di midollo osseo e anche in virtù di un'enorme forza d'animo, è riuscito a contrastare la malattia (ha ricevuto il premio Coraggio 2019), senza interrompere la sua carriera. Nell'agosto 2020, ha persino contratto il Covid, fortunatamente da asintomatico.