Il rapporto sentimentale tra Simona Ventura e Giovanni Terzi continua a gonfie vele e si trasforma in un sodalizio che sarà anche artistico e professionale. La conduttrice ha infatti annunciato che lei e il compagno lavoreranno insieme in un nuovo programma. Niente Rai o Mediaset, per loro: lo show, di cui ancora non sono disponibili i dettagli per questioni contrattuali, sarà per il Gruppo Discovery. Come ha spiegato a Novella 2000, la Ventura non apparirà in prima persona nella trasmissione:

Lui farà interviste e io sarò dietro le quinte come produttrice e autrice. Spero di poter presentare ai giornali la trasmissione al più presto. Il contratto è comunque firmato, manca giusto il semaforo verde per parlare, ma ovviamente sarà dopo la fase due.

Per Terzi, giornalista e scrittore che alle spalle ha un periodo passato in politica, non si tratta dell'esordio come conduttore. Su Radio 105 ha presentato i programmi il Terzincomodo e 105retweet, mentre in televisione ha condotto un programma su La3 nel 2015, Insomnia, e l'anno successivo la la rubrica domenicale di Unomattina Ricomincio da me.

Il futuro di Simona Ventura

Già da tempo, la Ventura è intenzionata a intensificare l'attività di produttrice. "Tra dieci anni mi vedo più dietro le quinte che davanti, a fare scouting che mi è sempre piaciuto", confessava a Verissimo nell'autunno 2019. La conduttrice ha inoltre spiegato di avere diversi progetti in fase di ideazione. Non è invece chiaro se tornerà l'appuntamento domenicale su Rai2 con La settimana Ventura, bloccato dallo stop al campionato di calcio e peraltro accolto negli scorsi mesi da ascolti non eccelsi. Al momento, ha trasferito la sua verve su Instagram, dove propone appuntamenti in diretta con vari ospiti, nella rubrica live "All’avVentura (restando a casa)".

Intanto saltano le nozze con Giovanni Terzi

Oltre a un progetto lavorativo insieme, la Ventura e Terzi avevano in programma anche il matrimonio. A dicembre, lei sfoggiava in tv l'anello di fidanzamento, parlando di nozze previste per il 2020. A mettere loro i bastoni tra le ruote, però, ci ha pensato la pandemia. La cerimonia subirà inevitabilmente uno slittamento, ma non una cancellazione. Potrebbe essere celebrata a fine anno o poco più avanti: "Da dicembre in poi, ma le nozze si faranno, speriamo senza mascherine, firmate o no".