È straziata e toccante l'intervista di Sandra Milo, rilasciata a Verissimo nella puntata in onda su Canale 5 sabato 6 aprile. L'attrice storica musa di Fellini parla a Silvia Toffanin dei suoi grandi problemi con il fisco che l'hanno portata letteralmente sull'orlo della disperazione. Fino alla dichiarazione choc: la Milo ammette di aver pensato addirittura al suicidio in questo momento davvero difficile, nonostante abbia ricevuto aiuti da alcuni amici.

Sandra Milo pensa al ritiro dalle scene

L'ospitata a Verissimo potrebbe coincidere con la sua ultima apparizione in televisione, dal momento che la Milo sembra intenzionata a ritirarsi a vita privata: "Magari questa è l’ultima intervista televisiva che rilascio, voglio ritirarmi dalle scene, non ce la faccio più". L'attrice di 8½ sostiene di aver subito una stangata gigantesca, con conseguente confisca dei suoi beni. Il lavoro non manca, ma non basterebbe per risolvere i suoi problemi:

Lo Stato mi ha chiesto 3 milioni di euro, poi, accorgendosi dell’errore è sceso a 850.000 euro, che sono comunque moltissimi soldi. Lavoro, lavoro ma non guadagno niente perché va tutto all’Agenzia delle Entrate. Mi hanno confiscato tutto.

Milo aiutata da Maurizio Cosyanzo

"Ho retto fino adesso perché non volevo che i miei figli sapessero di questa situazione, ma ora non ce la faccio più, non posso più lottare", ha continuato la Milo, che ha tre figli: Deborah Ergas, nata dal matrimonio con Moris Ergas, e Ciro e Azzurra De Lollis, frutto delle nozze Ottavio De Lollis. La diva ha attaccando lo Stato: "Mi sento vittima di un’ingiustizia. Perché il mio Paese mi tratta così? Io non sono una criminale". A accorrere in suo soccorso dal punto di vista economico è stato, tra gli altri, Maurizio Costanzo: "Mi hanno aiutato molti amici, come Costanzo, ma non possono continuare a farmi della beneficenza".

Il pensiero del suicidio

Quindi, la dichiarazione più allarmante: "Il suicidio potrebbe essere una scossa, un modo per cambiare le cose. C’è un sacco di gente che si è suicidata per una situazione come la mia". All'intervento della Toffanin per farla desistere da propositi drammatici, sembra restare comunque un po' di speranza, e la voglia di rompere con il mondo dello spettacolo:

La vita è bellissima anche quando desideri di morire, perché vuol dire che hai ancora un desiderio. Comunque, assolverò tutti gli impegni che ho preso e poi basta stare sulla ribalta. Voglio essere una donna qualsiasi, voglio fare un lavoro diverso.