L'intervista di Maurizio Costanzo a Romina Power è stata un successo di ascolti. E il successo non è stato casuale, visto l'annuncio della cantante e attrice di qualche giorno fa in cui annunciava che quella con il conduttore sarebbe stata la sua ultima intervista pubblica televisiva.

La scomparsa della figlia Ylenia

La cantante si è aperta molto con Costanzo, accettando di toccare quelli che sono stati i punti più delicati della sua vita, a cominciare dal dramma della scomparsa di Ylenia, la figlia nata dal matrimonio con Al Bano, sparita più di 20 anni fa a New Orleans e da allora mai più ritrovata. Una ferita sempre aperta per l'artista, che è stata probabilmente tra le ragioni della fine del matrimonio con Carrisi, prima del riavvicinamento di questi ultimi anni. La Power ha rivelato a Costanzo una certa perplessità rispetto al modo in cui le forze dell'ordine americane si comportarono al tempo:

Ylenia è scomparsa la notte del 31 dicembre del 1994. Quella notte, quando mi ha chiamato il console di New Orleans ero a Milano. Il 6 gennaio di ogni anno io faccio gli auguri a Ylenia sui social, sperando che lei possa leggermi. Anche per questo io voglio che circoli la sua foto sui social, così può capitare a qualcuno di trovarla per strada, qualora abbia perso la memoria. È molto misterioso questo fatto che spariscano queste ragazze a New Orleans e che la polizia non agisca in maniera corretta, che non venga fatto un processo come si deve, che non si faccia un'investigazione. Dopo un po' viene tutto arenato, tutto sepolto, tutto coperto.

Il primo incontro con Al Bano

Ma nell'intervista c'è stato spazio anche per i sorrisi e i ricordi piacevoli, soprattutto quelli relativi alla sua storia d'amore con Al Bano. I due, negli ultimi anni, si sono improvvisamente ritrovati, tornando a lavorare insieme e mostrando di non avere mai smarrito l'affetto reciproco che li legava, cosa che ha portato anche a diversi malintesi con l'oramai ex compagna di Carrisi, Loredana Lecciso, convinta che l'intromissione della Power sia tra i motivi che hanno portato alla definitiva rottura con il compagno. Ma non si è parlato direttamente della Lecciso, Costanzo ha invece riportato Romina con la mente ai primi incontri con quello che sarebbe stato il suo grande amore:

Il momento in cui ho incontrato per la prima volta Al Bano è stato ad un provino per il film "Il Sole", ma non ricordo l'esatto momento, perché lui era molto chiuso. C'è voluto tempo per capire che tipo di ragazzo fosse, però il cinema accelera molte cose, soprattutto se lavori ad un film dove c'è un interesse sentimentale.

Quando Romina Power voleva diventare suora

L'infanzia è stato un periodo complesso della vita di Romina Power. Come più volte ha raccontato, negli anni della frequentazione di un istituto scolastico gestito dalle suore, aveva immaginato di seguire quella strada: "Sono stata presa dal raptus mistico, facevo quasi già meditazione in chiesa". Quando Costanzo sottolinea che l'avrebbero chiamata suor Romina, lei scherza, sorridendo: "Già che non esiste una santa Romina, si potrebbe iniziare con me". Un'idea, quella della vocazione, che non aveva in realtà una natura religiosa, ma fondamentalmente psicologica. Tutto poi è cambiato nel momento in cui ha iniziato a frequentare una scuola laica, che le aprì gli occhi, facendole capire che a mancarle fosse un contesto familiare: "Quando poi sono andato nel collegio in Inghilterra, molto aperto di mentalità, vedevo le ragazze che andavano a casa e avevano le famiglie…".