Rocio Munoz Morales è stata ospite della puntata di ‘Domenica In‘ trasmessa il 31 marzo. L'attrice e conduttrice della versione spagnola di ‘Ballando con le stelle' si è raccontata nel salottino di Mara Venier. L'amore con Raoul Bova procede a gonfie vele. L'attrice ha avuto due figlie dal compagno: Luna e Alma. Non esclude l'ipotesi del matrimonio anche se al momento non sembra essere nei loro piani:

"Se ci sposiamo? Che ne so. Noi siamo moderni. Mi piacerebbe, perché no? Ma a me piace vivere il momento. Ad esempio, noi abbiamo battezzato nostra figlia Luna dopo che c'è stato il terremoto ad Amatrice. Noi eravamo a Rieti quella sera. Abbiamo avuto paura perché abbiamo sentito molto forte la scossa. Siamo usciti di casa e il giorno dopo siamo andati ad Assisi e abbiamo sentito di battezzare Luna, da soli, in jeans. Forse il matrimonio accadrà nello stesso modo".

Rocio non ha ceduto subito al corteggiamento di Raoul Bova

Rocio Munoz Morales ha svelato di non aver ceduto subito al corteggiamento di Raoul Bova. Non appena si è innamorata di lui, però, il loro rapporto è stato un crescendo di emozioni: "Ci ha messo un po' per conquistarmi. Non è stata una cosa immediata, ma io ogni giorno mi innamoro di lui perché tra noi c'è una grande complicità. Ci capiamo, stiamo bene insieme. Ci emozioniamo nello stesso modo. C'è un legame molto forte come se ci fossimo conosciuti in un'altra vita".

Il gesto di Raoul Bova per rassicurarla a Sanremo

Infine, ha svelato il tenerissimo gesto che Raoul Bova ha fatto per rassicurarla, quando ha dovuto affrontare una sfida impegnativa come la conduzione del Festival di Sanremo: "Quando ho fatto Sanremo mi sentivo fragile, avevo paura del giudizio. Non l'ho mai raccontato, forse lui si arrabbierà perché lo racconto. Lui voleva essermi vicino. Mi ha riempito il camerino di rose rosse e mi ha scritto il testo della canzone ‘Guerriero'. Ho iniziato a piangere".