Chi meglio della più eclatante popstar degli anni Novanta potrebbe intravedere l'X Factor in un artista? Difficile pensare che esistesse personaggio più adatto al format creato da Simon Cowell di Robbie Williams. E infatti l'ex Take That sarà tra i quattro giudici della prossima edizione di X Factor, versione britannica. Al suo fianco ci sarà anche la moglie Ayda che gareggerà, con lui, nel talent show, e si tratterà della prima volta per una coppia tra i giudici di un talent televisivo. Nel curiculum Ayda Williams ha esperienza nell'industria musicale, dunque non può essere classificabile unicamente come moglie di. "A livello professionale ho fatto audizioni per anni, quindi conosco alti e bassi. So cosa serve per aiutare le persone a realizzare i loro sogni" ha dichiarato. I due sono stati già protagonisti di alcuni video pubblicati sui social dello show televisivo.

Gli altri giudici di X Factor

A chiudere il quartetto dei giudici del programma ci saranno Louis Tomlinson e Simon Cowell, creatore del format e tra i più influenti personaggi del panorama televisivo internazionale. È stato lui, di fatto, a rendere il talent show un format di livello mondiale, prima con "Idols" e, successivamente, con X Factor, creatura nata unicamente dalla sua testa. Nel corso degli anni ha prodotto e supportato Leone, nel corso degli anni, Leona Lewis, i One Direction, le Little Mix e James Arthur.

Robbie Williams e la sua patologia

Quanto a Robbie Williams, nelle ultime settimane la popstar non è certamente passata inosservata, da una parte per la sua esibizione alla cerimonia di apertura dei mondiali di calcio in Russia, condita da un dito medio in mondovisione. Poi, nei giorni successivi, con una dichiarazione che ha fatto molto discutere relativa alle sue condizioni mentali. La popstar, infatti, sostiene di essere affetto da una patologia ossessivo – compulsiva che lo porta ad avere comportamenti spesso inappropiati.