147 CONDIVISIONI
4 Ottobre 2012
09:52

Quegli sms di Stoppa sul cane della velina, Striscia annuncia querele

Si fa sempre più intricata la vicenda legata al cane della Velina bionda Giulia Calcaterra. Il sito dell’Aidaa pubblica alcuni sms scambiati con Edoardo Stoppa, l’inviato animalista di Striscia la Notizia che sarebbe stato al corrente – o almeno in parte – di quanto stava accadendo al Rottweiler.
A cura di Stefania Rocco
147 CONDIVISIONI
Si fa sempre più intricata la vicenda legata al cane della Velina bionda Giulia Calcaterra

Se sulle foto hot di Giulia Calcaterra, il pubblico è disposto a far calare il sipario, lo stesso non si può certo dire della vicenda legata al cane della Velina, quel Rottweiler intorno alla cui sorte si sta scatenando un vero e proprio pandemonio. L'atteggiamento di Giulia, poco chiaro fin dai primissimi giorni, ha sollevato la curiosità del web che si è a lungo interrogato sulle sorti del cane in questione. L'animale, in un primo momento, sarebbe stato vivo e affidato alle cure di un'amica. Smentita questa versione, l'aspirante soubrette è tornata alla carica dichiarando che invece sarebbe stata costretta a sopprimere l'animale perchè ammalato. Pochi giorni dopo, arriva la terza e ultima versione: il rottweiler sarebbe morto per torsione intestinale.

Una vicenda confusa sulla quale l'Aidaa (Associazione Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente) ha deciso di vederci chiaro, interrogando in proposito Edoardo Stoppa, inviato di Striscia la Notizia e convinto animalista al quale sono state chieste spiegazioni via sms. Il sito dell'Aidaa riporta:

Le falsità o presunte tali riportate nel web sono legate alle dichiarazioni date dalla signora Giulia Calcaterra in merito alla fine del proprio cane, in cui ha sostenuto che il cane era stato dato in adozione e che stava bene, successivamente sabato 29 ottobre dichiarava al corriere di Novara che il cane era "stato soppresso perchè malato" e nella telefonata intercorsa con me nella serata di sabato alle ore 19.50 la signorina Calcaterra cambiava ulteriormente versione sostenendo che il cane era morto per "torsione gastrica" e che lo stesso era stato portato dal dottor Nico Tavian di Lainate, versione questa confermata dallo stesso veterinario nel corso di una telefonata avuta con me in data 1 ottobre 2012 alle ore 18 circa. Nel data base del mio cellulare sono presenti tre sms di EDOARDO STOPPA inviati dopo una mia richiesta di chiarimento su quanto stava avvenendo.

GLI SMS arrivati sul telefono 392******* sono i seguenti:

ore 13.53 del 27.9.2012 alla mia richiesta su cosa devo dire a chi mi chiede notizie di questa vicenda Edo risponde :"Che era in tempi antecedenti a striscia e che la stiamo educando!!! E che comunque il cane adesso sta benissimo"

Ad una mia successiva richiesta via sms di avere ulteriori delucidazioni sul cane ricevo questo nuovo sms

ore 13.58.56 del 27.9.2012

"No il cane l'ha dato in adozione perchè non poteva più tenerlo"

Dopo l'ennesima versione fornita da Giulia CALCATERRA mando un altro SMS A Edoardo Stoppa chiedendo se sapeva che ora la signorina sosteneva di aver fatto sopprimere il cane "vedi corriere di Novara"

Edo con la correttezza che gli appartiene mi ha risposto sempre via SMS ALLE ORE 14.09.19 di sabato 29.09.2012

"Si ne stanno venendo fuori troppe. Io non ci ho ancora parlato di persona!!!!!! Lo farò questa settimana"

Pertanto appare evidente che se lo stesso corrispondente che si occupa di animali di Striscia la Notizia il giovedì pur non avendo parlato con la CALCATERRA sostiene in assoluta buona fede che il cane stava bene ed era stato dato in adozione, appare evidente che tali notizie erano circolate nell'ambiente di lavoro della signorina Calcaterra.

Quindi non solo respingiamo le accuse di chiamata in causa di Striscia la Notizia in questa vicenda, ma per la riservatezza che ci contraddistingue abbiamo evitato fino ad oggi di rendere pubblici delle dichiarazioni dell'inviato di punta che si occupa di animali per quella trasmissione. Cosa che non possiamo più fare dopo le accuse che ci vengono rivolte.

Il presidente dell'Aidaa Lorenzo Croce fa chiaramente riferimento al comunicato stampa pubblicato ieri dalla redazione di Striscia la Notizia che recita:

In merito alla vicenda del cane di Giulia Calcaterra, il sito Aidaa di Lorenzo Croce attribuisce falsamente a Striscia dichiarazioni mai fatte oltre che contraddittorie rispetto a una vicenda verificatasi mesi prima che Giulia assumesse il ruolo di velina bionda per questa edizione di Striscia. Programma da sempre impegnato attivamente nella tutela degli animali, ribadisce la sua totale estraneità alla vicenda, riservandosi di tutelare la propria immagine contro ogni indebito tentativo di strumentalizzazione.

La posizione di Giulia si fa quindi sempre più scomoda. Il web e le associazioni a difesa degli animali non hanno alcuna intenzione di far calare il sipario sulla vicenda, in attesa che sia la velina stessa a chiarire una volta per tutte cosa accaduto. Possibilmente senza più ritrattare.

147 CONDIVISIONI
Alessia Reato e Giulia Calcaterra sono le nuove Veline di Striscia
Alessia Reato e Giulia Calcaterra sono le nuove Veline di Striscia
Le nuove Veline da stasera a Striscia, ma solo fino a Natale
Le nuove Veline da stasera a Striscia, ma solo fino a Natale
Veline, domani la finalissima su Canale 5: Striscia ai nastri di partenza
Veline, domani la finalissima su Canale 5: Striscia ai nastri di partenza
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni