Pupo è stato ospite di Domenica In, dove ha dato vita a una lunga chiacchierata con Mara Venier, nel corso della quale ha ripercorso la sua carriera di cantante, autore e personaggio televisivo. Una carriera tutt'altro che regolare e longilinea, fatta di grandi successi ma anche cadute, poi risalite. Un percorso altalenante che Enzo Ghinazzi ha sempre raccontato con grande onestà, consapevole che siano stati proprio i momenti difficili a dargli la forza: "Sono una persona responsabile, ho fatto tanti errori nella mia vita, li ho tutti pagati, ma sono una persona affidabile, onesta". 

Pupo: "Rifarei tutto"

Vedendo le immagini di sua figlia, che in un filmato lo ha ringraziato perché senza di lui si sarebbe persa, Ghinazzi ha detto con commozione: "Non so cosa potrà succedermi, ma se il finale è questo, io farei tutto quello che ho fatto. Mi sono ritrovato in problemi che non avrei mai pensato di dover affrontare, anche quelli economici. Perché il denaro è importante quando serve a difendere la tua dignità, mentre è maledetto quando si usa per umiliare gli altri". 

Il ricordo della madre, in Tv con lui a maggio 2020

Tra le immagini riprese da Mara Venier, anche quelle di un momento del maggio 2020, durante una puntata di Domenica In, quando Pupo, in collegamento da casa sua, aveva cantato per Mara Venier e il pubblico riunendo tutti i suoi familiari compresa la madre, che poi pochi giorni dopo sarebbe stata ricoverata per una demenza senile. Un momento che Ghinazzi ricorda come l'ultimo di lucidità della donna:

L'ultimo momento vissuto in casa con la mia mamma, perché dopo pochi giorno l'ho dovuta ricoverare in un istituto e non è più tornata a casa. È caduta in un'aspettata demenza senile, una forma di Alzheimer che l'ha fatta cadere in un'altra dimensione. L'ho sentita stamattina, il suo nuovo mondo è un mondo virato nella leggerezza dell'amore. Quando mi vede è come vedesse un raggio di sole, si legge nella sua faccia la gioia.