12 Maggio 2021
08:43

Pio e Amedeo: “Nei salotti buoni non si tiene conto di come ragiona l’ignorante”

Interrogati dal programma tv Quarta Repubblica sul dibattito di stampo politico che sono riusciti a sollevare, hanno detto: “Noi facciamo un altro mestiere, ma il dibattito è la base di ogni democrazia”. Ma sulle polemiche aggiungono: “Troppo spesso nei salotti non si tiene conto di come ragiona l’ignorante, lo stolto, che poi è il problema vero della società”.
A cura di Andrea Parrella

Pio e Amedeo tornano ancora a parlare dopo il caso dello sketch  portato a Felicissima Sera che tante polemiche è riuscito a sollevare. I due comici pugliesi sono stati intercettati da Quarta Repubblica, programma di approfondimento politico di Rete4 condotto da Nicola Porro, per tornare ancora a parlare delle frasi pronunciate sul valore delle parole. Interrogati sul dibattito di stampo politico che sono riusciti a sollevare, hanno detto: "Noi facciamo un altro mestiere, ma il dibattito è la base di ogni democrazia".

Pio e Amedeo tornano sulle polemiche per il loro monologo

I due si erano già espressi sulle reazioni divisive al loro monologo, ma anche stavolta ribadiscono di non avere alcuna intenzione di fare passi indietro: "Scuse di che? Ribadiamo quanto già detto, ovvero che le nostre parole sono state travisate. Nessuno ha detto che le parole non sono importanti, noi abbiamo concentrato il nostro discorso sull'intenzione: noi siamo contro ogni forma di violenza e bastardaggine. Non dobbiamo chiedere scusa perché noi facciamo satira". 

"La violenza si combatte con la legge"

Che la questione abbia acquisito sfumature politiche anche per loro, è però chiaro da una frase pronunciata da Amedeo Grieco: "Il nostro consiglio è stato quello di provare a disinnescare la carica emotiva dell'offesa. Troppo spesso nei salotti non si tiene conto di come ragiona l'ignorante, lo stolto, che poi è il problema vero della società. Per questo noi abbiamo fatto l'esempio della parola terrone, che il tempo ha disinnescato".  Infine è Pio ad aggiungere che, a suo modo di vedere, bisognerebbe andare oltre la discussione sul loro monologo e ritenere che qualsiasi forma di violenza non possa essere in alcun modo associata alle parole da loro pronunciate sul palco: "La violenza va combattuta con le leggi, non con l'opinione di Pio e Amedeo". 

Pio e Amedeo: "La violenza va combattuta con le leggi, non con l'opinione di Pio e Amedeo"
Pio e Amedeo: "La violenza va combattuta con le leggi, non con l'opinione di Pio e Amedeo"
156 di Videonews
Pio e Amedeo non c’è proprio niente da ridere
Pio e Amedeo non c’è proprio niente da ridere
Salvini sta con Pio e Amedeo: "Contro ogni censura"
Salvini sta con Pio e Amedeo: "Contro ogni censura"
È morta Nerina Pieroni, la pianista 81enne di Tu sì que vales
È morta Nerina Pieroni, la pianista 81enne di Tu sì que vales
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni