Piero Chiambretti ha salutato il suo pubblico con l'ultima puntata di "Matrix Chiambretti", andata in onda venerdì sera. Tardi, è una precisazione doverosa perché la trasmissione è cominciata proprio da una piccola contestazione del conduttore. Pur essendo un habitué della seconda serata, il conduttore non ha preso benissimo lo sforamento di "Vuoi scommettere" con Michelle Hunziker, che ha fatto slittare la partenza dell'ultima puntata del suo programma: "Spero di rivedervi tutti prestissimo, magari in un orario migliore, o qui o altrove". Da grande uomo di televisione, la trovata di Chiambretti è condita dal dettaglio scenico del suo arrivo in studio in pigiama, con tanto di candela, per sottolineare la vena ironica della frecciatina alla collega svizzera:

Avete visto l’ora? Purtroppo credo, immagino, che la signora Michelle Hunziker prima di noi si sia allargata un po’ troppo per il suo programma di scommesse. Forse una scommessa era proprio su di noi. Qualcuno avrà puntato sulla domanda: ‘Ma quelli anche a mezzanotte e mezza vanno in onda?’. Certo che andiamo in onda, anche all’1 e 48 e 20 secondi

Il conduttore piemontese ha trovato casa a Mediaset da due stagioni, il suo contratto ha ancora la durata di un anno, ma lo stesso Chiambretti non ha mancato di far notare, in un'intervista a Libero, che si sarebbe atteso qualcosa in più dall'azienda in termini di spazio o concesso, o che forse se ne aspetta per il futuro: "Dovrebbe scadere ogni 10 giorni (il contratto, ndr) perché la data viene cambiata a seconda se fuori piove o c’è il sole; dovrei rimanere qui, da contratto, fino al giugno dell’anno prossimo". Il proposito per il futuro è chiaro: "Adesso c’è bisogno di uno scossone, vorrei giocare delle partite più sovente. Quello che aspetto dall’azienda è un mio rilancio, una mia maggiore presenza in video". 

Diverse settimane fa, prima di tornare in onda con "Matrix", Chiambretti aveva sottolineato un dato sotto gli occhi di tutti, quella incongruenza tra il suo approccio e quello dell'emittente di Cologno Monzese: "L’azienda ultimamente punta su cose che non sono mie: i talent, i reality…". Cambierà qualcosa dal prossimo anno?